selfie carla bruni

Carla Bruni, l’ex  première dame di Francia, si è guadagna il biasimo internazionale dopo un video in cui prende in giro le preoccupazioni in merito al coronavirus. Le immagini, pubblicate da TMC, mostrano la moglie di Nicolas Sarkozy alla Settimana della Moda di Parigi lo scorso 27 febbraio, mentre il virus imperversava in Cina ed arrivava in Italia. 

Carla Bruni: il video in cui finge la crisi respiratoria

Una caduta di stile non da poco per Carla Bruni. Nel video si vede mentre saluta un conoscente sul tappeto rosso della Fashion Week parigina, dicendogli: “Ma certo, baciamoci, non facciamo gli stupidi!

Noi siamo della vecchia generazione! Non abbiamo paura di nulla, non siamo femministi e non abbiamo paura del Coronavirus. NADA“. 

Dopo, di fronte alle telecamere e ai fotografi, ha simulato una crisi respiratoria, tossendo e portandosi una mano alla gola con fare parodistico. Performance che avrebbe ripetuto più volte di fronte agli altri personaggi presenti alle sfilate. 

Le scuse: “Era uno scherzo”

Con il montare delle polemiche, Carla Bruni ha fatto le scuse su Instagram, precisando di essere stata vittima di un montaggio “malvagio” di quello che era uno scherzo.

Certe volte succede di fare uno scherzo di cattivo gusto. Sul momento, in un certo contesto, uno scherzo non significa granché“, scrive l’ex modella, “Un montaggio malvagio ha deliberatamente dato un carattere schifoso a questo mio scherzo imbecille“. 

Il post su Instagram di Carla Bruni
Il post su Instagram di Carla Bruni

Bruni poi si scusa: “Vorrei presentare tutte le mie scuse a quelli che sono stati scioccati e feriti da questo video e dal suo contenuto. Vorrei precisare ancora una volta che si trattava di uno scherzo“.

 

Salgono i contagi in Francia

Lo scherzo non è piaciuto nemmeno in Francia, dove i contagi sono saliti a 4.481 in pochi giorni. La paura del coronavirus sta arrivando anche oltralpe, come dimostra il crollo dell’affluenza ai seggi per le elezioni municipali che si tengono oggi. Alle 17 si è recato a votare il 38,77% degli elettori, un ribasso di 15,95 punti rispetto alle stesse elezioni del 2014. 

Nonostante il presidente Emmanuel Macron abbia tentennato prima di applicare misure restrittive pari all’Italia, alcune precauzioni più stringenti sono arrivate. La Germania si prepara a chiudere le frontiere con la Francia da lunedì, ulteriore segno di un clima che non invoglia gli scherzi.

 

Approfondisci:

Tutto sul coronavirus

Coronavirus, il piano di Alitalia e Farnesina per gli italiani bloccati all’estero

Marisa Bruni Tedeschi: amori e tradimenti della madre di Carla Bruni