Donatella Rettore sorridente, primo piano

La cantante Donatella Rettore ha rivelato qualcosa di inaspettato sui suoi social network: la donna, colpita da una grave malattia, deve essere ricoverata al più presto. Recentemente, aveva raccontato anche un altro dolore.

Rettore, l’annuncio ai fan che preoccupa

Preoccupazione per Donatella Rettore. La cantante ha rivelato su Twitter di essere stata operata all’Istituto Oncologico di Vicenza per una malattia con cui sta lottando da mesi ma che l’esito non è stato quello che sperava. La Rettore è consapevole del momento delicato in cui arriva questa sua rivelazione e scrive: “Bene, ve lo dico tanto in mezzo alla bufera sarà solo un tuono in più.

 Mi hanno operato allo Iov. Ieri hanno avuto il risultato dell’esame istologico e non va bene. La donna ha poi aggiunto: “Debbono rioperare e in fretta. Ciao a tutti, vi voglio bene.” Inoltre, ha invitato ad avere cura del marito e dei suoi animali: “Abbiate cura di Claudio, Orso, Lupo e Collins”. Naturalmente, sui social sono arrivati tanti messaggi di auguri di pronta guarigione.

Donatella Rettore, post Instagram

State a casa

Qualche giorno fa anche la Rettore si è unita a molti suoi colleghi nell’invitare le persone a stare a casa per rallentare la corsa del Coronavirus, pubblicando una sua foto con scritto: “È casa non una gabbia”.

Il racconto dell’aborto

Donatella Rettore, qualche settimana fa, è stata ospite anche a Domenica In, per festeggiare i 40 anni di Splendido Splendente, dove ha parlato a tutto tondo della sua vita, dei suoi amori, della malattia e del rapporto con la madre. Suo marito Claudio le è vicino da più di 40 anni e che le ha ribadito, in un video, tutto il suo amore.

La cantante ha raccontato anche un suo momento molto difficile quando, 23 anni fa, ha avuto un aborto spontaneo dovuto alla talassemia e poi la difficoltà riscontrata nell’adottare un bambino: “Mio figlio oggi avrebbe 23 anni. Mi ero sottoposta a cure ormonali e mentre facevo Sanremo lo persi. Non sapendo di essere incinta incolpavo lo stress per i mesi saltati”. Anche in questo caso, fu proprio il marito ad aiutarla.