provetta in mano ad un medico

Mentre l’Italia si appresta a prendere ulteriori misure per combattere l’emergenza da Coronavirus con possibili proroghe, negli altri Stati si rende necessario il reperimento di materiali e misure per individuare e contrastare il Covid-19. 

Così dall’Italia sono partiti oltre 500 mila tamponi diretti negli Stati Uniti d’America, che come molti altri Stati in questi giorni d’emergenza nazionale, si trova ad aver bisogno dei tamponi per effettuare il test da Covid-19.

L’aereo con 500 mila tamponi atterrato negli Usa 

Non c’è tempo da perdere. Lunedì negli Usa è atterrato l’aereo contenente i test per Codiv-19.

In particolare i tamponi sono partiti da Aviano, provincia di Pordenone, su un aereo dell’aeronautica militare statunitense, e sono atterrati a Memphis nel Tennessee. 

A rendere noto l’arrivo dell’aereo militare con il numeroso kit di tamponi è stato il generale David Goldfein, numero uno della U.S Air Force. In un incontro con i giornalisti al Pentagono riportato da numerose fonti, Goldfein avrebbe dichiarato “Abbiamo appena fatto un movimento abbastanza significativo a Memphis” aggiungendo che i tamponi verranno distribuiti in varie zone degli Usa.

Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, inoltre, i tamponi sarebbero prodotti dall’azienda bresciana Copan.

L’Italia quindi non sarebbe stata solo un punto di passaggio per i 500mila tamponi destinati agli Stati Uniti.

Serviranno più tamponi, il contagio da coronavirus aumenterà

L’arrivo dei tamponi negli Usa potrebbe non fermarsi a questo unico carico. Secondo il sito Defense One, infatti, nei prossimi giorni potrebbero arrivare altri aerei contenenti kit di tamponi o materiali per affrontare l’emergenza Coronavirus negli Usa. Come riporta Fox News, Goldfein sempre in conferenza stampa ha dichiarato: “Sappiamo che i nostri casi aumenteranno e l’Aeronautica sta ancora conducendo missioni globali”.

 

Come riportano numerose fonti, gli Usa al momento contano circa 8.990 contagiati e 150 morti. Ansa ha riportato inoltre che Il presidente Donald Trump, a proposito del dilagarsi del Covid-19, ha affermato “La situazione non è sotto controllo, la pandemia da coronavirus potrebbe finire negli Stati Uniti a luglio o agosto. Ma dobbiamo fare un ottimo lavoro”. 

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, OMS: “Europa epicentro della pandemia”. USA, Trump: “Emergenza nazionale”

Coronavirus, Conte sulla chiusura di scuole e attività: “Saranno prorogati”