Arisa

Durante l’emergenza Coronavirus, restare a casa ed evitare contatti sociali sono le regole d’oro per fermare la diffusione del contagio. Arisa ha parlato del suo periodo di isolamento, e della solitudine che prova lontano dai suoi cari.

Arisa: “Sento molto la solitudine

Per l’Italia e il mondo intero sono settimane difficili, di battaglia serrata contro la diffusione del Coronavirus che interessa ormai tanti Paesi. Numerose le misure di contenimento del contagio adottate nella nostra nazione, su tutte l’obbligo di restare a casa per evitare contatti a rischio.

L’isolamento è diventato un imperativo sociale, e nel corso dell’ultima puntata di Domenica In Mara Venier ha avuto diversi ospiti, in collegamento dalle rispettive abitazioni, per una sorta di “cronaca” in diretta su come i vip stanno vivendo questi giorni.

Tra loro anche Arisa, che nel suo intervento ha affrontato il tema della solitudine che prova da quando l’emergenza ha imposto necessarie restrizioni anche sul piano delle relazioni.

Non so veramente cosa fare, mi organizzo la giornata però poi sento molto la solitudine, devo dire la verità, perché comunque sono sola con i miei cani da 14 giorni“, ha dichiarato l’artista.

L’assenza del fidanzato e dei genitori

Arisa ha parlato del suo isolamento lontano dagli affetti più cari, condizioni comune a milioni di italiani. Neppure il fidanzato è con lei: “Nel momento in cui ci hanno chiuso, lui era da un’altra parte. Ci vediamo su WhatsApp“.

La cantante non ha nascosto il dispiacere per questa situazione, sottolineando però come l’isolamento sia assolutamente necessario per sconfiggere il virus e ritornare presto alla normalità.

Spero che lui possa venire al più presto qui a casa, così passiamo un po’ di tempo insieme.

Per tutto il resto cerco di restare vicina ai miei fan il più possibile, attraverso le dirette“.

I genitori di Arisa vivono in Basilicata, come lei stessa ha spiegato ai microfoni della trasmissione durante il collegamento via Skype: “I miei hanno la campagna, respirano l’aria fresca. I miei nipoti stanno in Inghilterra, abbiamo temuto tantissimo per come si era mosso il governo (Johnson, che aveva inizialmente puntato sull’immunità di gregge, ndr). Ogni giorno ci sono delle sorprese e degli stati d’animo altalenanti.

L’importante è essere positivi e operare per il bene, sempre”.

L’artista si è mostrata preoccupata per la situazione, e Mara Venier ha sottolineato la sua sofferenza dopo la chiusura del collegamento: “Rosalba (vero nome della cantante, ndr) era triste, la conosco bene“.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, il racconto di Fiorello: “Ecco come faccio la spesa”

Coronavirus, l’appello dei vip: “State a casa”