Paolo Maldini foto

Paolo Maldini è stato colpito dal coronavirus, insieme a suo figlio Daniel. L’ex calciatore e direttore tecnico del Milan racconta la sua esperienza, parlando di come il suo corpo ha cercato di combattere questo virus sconosciuto, che continua a mietere vittime.

I sintomi della malattia in Paolo Maldini

Paolo Maldini si è ammalato di coronavirus e ha raccontato al Corriere della Sera il suo calvario. “Conosco il mio corpo, sentivo un nemico sconosciuto” sono state le parole del direttore tecnico del Milan. Maldini ribadisce che quanto si credeva inizialmente della malattia non corrisponde a realtà: “È stata un’influenza un po’ più brutta.

Ma non è una normale influenza”. Prima di scoprire la diagnosi, ha avuto dolore ai muscoli e alle articolazioni e febbre fino a 38 e mezzo ma è riuscito a curarsi solo con il paracetamolo, non avendo avuto difficoltà respiratorie. L’uomo ha raccontato quali sono i sintomi della malattia: “I dolori sono particolarmente forti. E poi senti come una stretta al petto. È un virus nuovo.” Oggi, Maldini si sta riprendendo, ha ancora un po’ di tosse e ha perso gusto e olfatto.

 

La diagnosi fatta dal personale sanitario

Paolo Maldini non sa chi possa avergli tramesso il virus. Ha raccontato come in famiglia si siano ammalati tutti di un’influenza inusuale: “Mia moglie ha avuto un’influenza molto lunga, molto strana, è stata tre settimane a letto.” Prima era toccato al figlio Christian: “Forse è quello che è stato peggio di tutti”. I sintomi, per l’ex calciatore, sono iniziati un secondo momento: “Io ho avvertito i primi sintomi giovedì 5 marzo”. All’inizio Maldini non ha fatto il tampone, proprio perché i suoi malesseri erano riconducibili all’influenza.

In seguito, è arrivato il personale sanitario con guanti e mascherina ed è emersa la diagnosi. A questo proposito dice:  “Sapevo già di avere il virus. Sentivo che non era un’influenza come le altre e poi per l’influenza avevo fatto il vaccino”.  

Maldini e il figlio Daniel stanno bene

La moglie e il figlio di Paolo Maldini sono risultati negativi al coronavirus ma l’uomo è convinto che ne abbiano sofferto e lo abbiano vinto. Insieme all’ex calciatore, anche il secondogenito Daniel è risultato positivo ma tramite i social ha voluto rassicurare i fan in merito alle sue condizioni: “Stiamo bene, lo debelleremo in una settimana” ha detto in un video.

 Un suo conoscente incontrato il 23 febbraio, rivela al Corriere della Sera, è stato colpito dalla malattia e potrebbe essere stato lui a trasmettere il virus ma non si sa chi possa aver dato origine alla catena. Lui è stato più fortunato di molti altri: “Un mio amico ricoverato a Legnano ha avuto seri problemi respiratori, non dorme e ha gli incubi.

Assicura di non aver avuto contatti con i calciatori del Milan, che quindi sono negativi al contrario di quelli della Juve, e ringrazia, in un video messaggio, il personale sanitario che si sta battendo contro l’epidemia: “Ci fate sentire orgogliosi di essere italiani”.

Guarda il video

Approfondisci:

Altro lutto per i Maldini: muore Marisa, la mamma di Paolo

Coronavirus, Bergamo: prete rinuncia al respiratore per salvare la vita a uno sconosciuto

Coronavirus: in Italia i tamponi ci sono, ma mancano le risorse per analizzarli