Farmacista con una ricetta medica

Mentre la Sanità italiana lotta contro il Coronavirus nelle terapie intensive e negli ospedali, si cerca costantemente di prendere le misure all’emergenza. La riapertura di negozi e fabbriche sembra ancora distante, ma si lavora per tappare i buchi e i disagi causati dalla quarantena forzata. Per questo motivo molte Regioni hanno reso noto che parte della Sanità sarà digitalizzata.

Si potranno avere ricette mediche via sms

La nuova disposizione è stata firmata il 19 marzo da Angelo Borrelli ed è stata inoltrata alle Regioni e alle Province Autonome. L’ordinanza è volta a “limitare ulteriormente gli spostamenti dei cittadini sul territorio e ridurre la diffusione del COVID-19“.

Per farlo, l’ordinanza permette di ottenere le ricette mediche per farmaci direttamente sul telefono o via mail.

Tra le Regioni che hanno già provveduto a dare comunicazione ai cittadini c’è anche la Lombardia, tramite una pagina dedicata sul proprio sito. Il nuovo sistema per le ricette inizierà il 3 aprile.

Come richiedere ricette per i farmaci via sms

Tra le specifiche presenti sul sito, viene segnalato che tale modalità sarà valida solo “fino al perdurare dello stato di emergenza“.

L’intenzione è ovviamente quella di ridurre al minimo gli spostamenti e rendere così superfluo uscire per andare dal medico per le ricette per i farmaci.

Gli assistiti potranno mettersi d’accordo coi propri medici. L’ordinanza pubblicata anche sul sito della Regione Lombardia prevede 3 possibili modalità di inoltro della ricetta dematerializzata:

  • Trasmissione del promemoria in allegato a messaggi di posta elettronica.
  • Comunicazione del NRE tramite Sms o applicazioni che consentono lo scambio di messaggi (validi quindi i vari Whatsapp e Telegram).
  • Comunicazione telefonica da parte del medico

Un ulteriore possibilità prevista è dedicata ai cittadini che hanno attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico sui portali della propria Regione. Il codice necessario per le ricette mediche sarà disponibile infatti nello stesso FSE.

In farmacia servirà solo il NRE

La nuova modalità semplifica il necessario da presentare quando si acquistano farmaci per i quali è necessaria la ricetta. In farmacia servirà infatti solo la tessera sanitaria e l’NRE, il numero univoco identificativo della ricetta medica, previsto da quando la ricetta è stata dematerializzata.

Sul proprio sito, Regione Lombardia specifica inoltre che alcuni tipi di farmaci sono esclusi da questa modalità.

Si tratta di farmaci per la terapia del dolore, stupefacenti o sostanze psicotrope “assoggettati a documentazione dello scarico sul registro entrata uscita” e farmaci di classe C.

In arrivo l’app dell’Oms per il Covid-19

Non solo la Sanità italiana punta al digitale, ma anche quella mondiale. Come annunciato dallo stesso direttore Tedros Adhanom Ghebreyesus, è in arrivo un app ufficiale dell’Oms. La stessa è rivolta a combattere le numerose fake news e fornire informazioni utili sul Covid-19.

Sull’app, chiamata WHO MyHealth, saranno presenti dei suggerimenti anche per una possibile auto-diagnosi e per capire se si stanno soffrendo i sintomi del Covid-19.

Tweet del direttore dell'Oms sull'app
Tweet del direttore dell’Oms sull’app

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus e cassa integrazione: impossibile entro il 15 di aprile

Coronavirus: requisiti e procedure per chiedere il bonus INps da 600 euro