mano di una dottoresse che regge dei tamponi

Come ogni sera alle 18 arriva il bollettino della Protezione Civile.

Di questa mattina le parole di Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, rilasciate a Radio Padania sull’ipotesi di una seconda ondata di possibili contagi di Coronavirus in Italia da prospettarsi, presumibilmente, il prossimo ottobre/novembre, con la ripresa del virus influenzale.

Coronavirus: 115.242 casi di Covid-19 in Italia

Di questi momenti gli ultimi aggiornamenti sui numeri relativi al contagio da Coronavirus in Italia che quotidianamente ormai, retaggio di un’accennata Radio Londra, filtrano intorno alle 18 dalla conferenza stampa tenuta dalla Protezione Civile.

La pandemia da Covid-19 sembra rallentare la sua corsa ma i numeri, quotidianamente, continuano a dover essere aggiornati.

2.477 le persone risultate oggi positive al Coronavirus in Italia, per un totale che oggi cresce fermandosi a quota 83.049. 760 invece le persone che hanno perso la vita nella loro battaglia, per un complessivo totale che conta 13.915 vittime per Coronavirus. Aumenta però anche il numero delle persone guarite da Covid-19: alle 16.847 persone totali di ieri, si aggiungono oggi 1.431 nuovi casi.

In Italia ci si prepara alla fase 2

Ci si prepara intanto, a livello politico, sociale ed economico, ad affrontare quella che ieri sera Giuseppe Conte ha voluto definire “fase 2”.

Si tratta di un mero superamento di una prima fase di contenimento dell’emergenza, un mero stallo più stabile e concreto volto alla più sicura e prudenziale convivenza con il virus prima di quella che si presume essere la fase 3, un ritorno a quello che era della nostra vita prima della quarantena, prima delle misure di restrizione, appannaggio di un tempo che sembra ora un lontano ricordo e che forse non tornerà mai più.

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, Mattia si risveglia dal coma. La madre: “Sei un guerriero”

Coronavirus, Coldiretti: Pasqua a casa, ma il prezzo è salato