nuvole e sole

Il prossimo weekend sarà la prima vera finestra di primavera per l’Italia: secondo le previsioni meteo, l’alta pressione avvolgerà il Paese per trattenersi per diversi giorni e regalare temperature gradevoli e tanto sole verso la Domenica delle Palme.

Meteo del weekend: torna l’alta pressione

Il prossimo weekend si aprirà nel segno del sole e delle temperature in aumento, trasportando così l’Italia in una dimensione decisamente primaverile dopo l’ultima ondata di freddo intenso e temporali diffusi.

Secondo quanto riporta ilMeteo.it, infatti, nei prossimi giorni si registrerà una netta inversione di rotta verso una parentesi estesa di bel tempo, che dovrebbe mantenersi pressoché stabile nella settimana di Pasqua e che potrebbe durare almeno 10 giorni.

Nella giornata di sabato 4 aprile, Sardegna e Sicilia potrebbero essere ancora interessate da nuvolosità diffusa e rovesci, situazione in progressivo allentamento. Nel resto del Paese si dovrebbe salutare il crollo termico dei giorni scorsi con un aumento sensibile delle temperature grazie al rinforzo dell’anticiclone.

I valori massimi attesi nei prossimi giorni potrebbero superare i 20° C sui settori tirrenici, e il clima primaverile è dato come assoluto protagonista sul resto delle regioni italiane.

Pasqua sotto il sole

Cosa succederà nella settimana di Pasqua? Nelle giornate di lunedì e martedì, il maltempo residuo insistente al Sud andrà ad esaurirsi lasciando il posto a un clima più primaverile, in linea con il resto della Penisola dove il tempo stabile e prevalentemente soleggiato dovrebbe farla da padrone.

Nelle regioni settentrionali, secondo il quadro tracciato da 3BMeteo, le temperature tenderanno a salire fino sopra la media stagionale, con punte di 22° C a metà settimana specialmente sulle aree del Nord e del Centro Italia.

Nelle regioni del Sud, secondo quanto annunciato dagli esperti, si dovrebbe ancora assistere a una residua nuvolosità con temperature leggermente inferiori, a causa di venti settentrionali moderati ma comunque più freschi che interesseranno le aree meridionali.