sting che tempo che fa

Tra gli ospiti di Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa, domenica scorsa abbiamo ritrovato anche Sting, che come molte stelle internazionali ha voluto mandare un messaggio all’Italia. Il noto cantante inglese è stato chiamato dal conduttore ad esprimere il suo parere su quello che è il momento difficile che stiamo vivendo.

L’artista ha espresso anzitutto solidarietà per l’Italia, il secondo Paese al mondo ad essere stato colpito dal Coronavirus, con il più elevato numero di vittime. Nel farlo ha citato uno dei brani che lo hanno portato al successo con i Police, Message in a bottle.

Un modo per lanciare un appello a tutto il mondo coinvolto nella lotta alla Pandemia, la stessa che tutti stiamo affrontando. Già all’inizio di questo mese Sting ha voluto rivolgere una dedica musicale all’Italia che ama tanto.

Sting canta per l’Italia

Nei giorni scorsi abbiamo visto Sharon Stone riservare ai volontari italiani un caloroso messaggio di affetto e stima. Ieri, domenica 5 aprile, è stata la volta di Sting, che ha aperto la puntata di Che Tempo Che Fa.

Il cantante, accettando l’invito di Fazio, si è collegato direttamente dalla sala di registrazione di casa sua, in Inghilterra.

E su richiesta del conduttore ha riproposto un successo senza tempo. Message in a bottle, come ricorda Fabio Fazio è un inno alla condivisione, un appello alla collaborazione, con l’obiettivo di vincere le solitudini del mondo che insieme creano una situazione comune, da superare insieme. Proprio come l’emergenza che stiamo vivendo, va combattuta tutti insieme, l’uno al fianco dell’altro.

Il legame di Sting con l’Italia

Al termine dell’esibizione Fabio Fazio ha poi chiesto a Sting del suo profondo legame con l’Italia.

Amo l’Italia, amo gli italiani e mi spezza il cuore -ha detto il cantante- sapendo cosa sta accadendo nel vostro Paese adesso“.

Ma sta accadendo dappertutto nel mondo” ha aggiunto Sting. “Sta accadendo a Londra, a New York, ovunque. Voglio esprimere la mia solidarietà, perché siamo nella stessa tragedia e dobbiamo stare vicini“. Fazio ricambia la solidarietà estendendola al suo Paese, il Regno Unito e nel farlo il conduttore sottolinea che in una tragica circostanza come questa è necessario dare il giusto peso alle parole. “Chiedere oggi ad un amico ‘come stai?’ non è più formalità, ma vuol dire fare una domanda importante.

Per questo, prima di salutarti ti chiedo ‘Come stai?’“. Sting ha risposto: “Io sto bene, non ho contratto il virus e spero di contrarlo, però credo sia importante esprimere il mio ringraziamento a quelli che combattono in prima linea, come se fosse una guerra. Ammiro moltissimo il personale ospedaliero, tutti i medici e i paramedici, per quello che stanno facendo“.