Alfonso Signorini

Mancano poche ore alla finale del Grande Fratello Vip. Questa edizione del 2020 sarà sicuramente ricordata per tanti motivi, uno fra tutti l’assenza del pubblico. Un mancanza che certamente si fa sentire in una trasmissione in cui i festeggiamenti e l’impressione degli spettatori sono alla base delle uscite dei concorrenti.  Alfonso Signorini, che più volte aveva calcato il palco del reality show come opinionista, quest’anno è stato insignito del ruolo di maestro di cerimonia, un compito complicato in un’edizione molto diversa dalle altre.

Le difficoltà a modificare la trasmissione

Il Grande Fratello Vip si è ormai quasi concluso ed alle porte del traguardo, Alfonso Signorini si è raccontato ad Adnkronos, parlando della sua prima esperienza come conduttore del reality.

Il direttore di Chi si è trovato ad affrontare un’edizione molto controversa a causa di numerose motivazioni. Molte sono state le polemiche legate agli atteggiamenti di alcuni concorrenti, ed inoltre il Coronavirus ed i diversi decreti ministeriali hanno apportato delle notevoli modifiche alla trasmissione, riducendo l’hype dei telespettatori, abituati al rumoroso pubblico presente in studio e davanti alla tanto acclamata porta rossa.

Un’edizione ridotta all’osso

“Questa sarà una edizione che rimarrà nella storia, per le sue cornici e le sue dinamiche, abbiamo dovuto scheletrire e scarnificare il Gf Vip.

Le ultime puntate in passato erano fatte di grandi sorprese e di grandi entrate nella casa e questo naturalmente rafforzava molto gli ascolti. Io ho dovuto ridurre tutto talmente all’osso ma il programma nonostante tutto ha funzionato e sono soddisfatto”, con queste dichiarazioni, rilasciate ad Adnkronos, il conduttore ha voluto sottolineare le gravi mancanze subite e le considerevoli difficoltà avute nel modificare la trasmissione.

Un programma allegro in un contesto storico drammatico

Signorini ha dovuto affrontare la sua prima esperienza da conduttore del Gf Vip in un maniera totalmente diversa dai suoi predecessori.

La famosa regola per cui i concorrenti non devono essere informati circa le situazioni che accadono all’esterno della casa è stata ovviamente soprasseduta e Alfonso, qualche settimana fa, si è trovato costretto a rendere nota agli inquilini del Grande Fratello la situazione drammatica che l’Italia sta affrontando.


In un contesto storico drammatico, in cui la televisione dedica gran parte del suo tempo agli approfondimenti sul Coronavirus, il reality è andato avanti fino alla fine.

In un momento così drammatico io mi trovavo a dover andare in onda con il programma più ca**aro di tutto il palinsesto”, così Signorini ha parlato delle sue difficoltà, ammettendo di aver modificato il suo registro linguistico per cercare di non risultare troppo frivolo.

La finale del Gf Vip ed il pubblico virtuale

La finale del Grande Fratello Vip andrà in onda tra poche ore e, per sopperire alla mancanza del pubblico in studio, Signorini ed i suoi opinionisti Pupo e Wanda Nara hanno chiesto ai fan sui social di inviare dei video con degli applausi, in modo da creare un pubblico virtuale, che accoglierà i finalisti una volta usciti dalla casa.

Anche gli ex concorrenti si collegheranno dalle loro dimore, per assistere all’epilogo di questa quarta edizione.

Modi alternativi di fare televisione, che sicuramente renderanno la trasmissione diversa, ma che cercheranno di sopperire agli “scompensi mediatici” che la tv sta vivendo.