angelo borrelli, mezzo busto, seduto davanti ai microfoni dei giornalisti

Anche a Pasqua, puntuale come sempre, arriva il bollettino serale della Protezione Civile che aggiorna la popolazione sui dati dell’emergenza coronavirus in Italia.

Il bollettino del 12 aprile

Mentre l’Italia resta in lockdown fino al 3 maggio, stando alle ultime comunicazioni del premier Giuseppe Conte, i medici e gli ospedali non smettono di lavorare senza sosta per arginare l’emergenza.

Secondo i dati che Angelo Borrelli, capo della protezione civile, in Italia oggi si registrano 102.253 positivi (+1984 pazienti rispetto a ieri). Borrelli informa anche sul calo della pressione sulle strutture ospedaliere: sono 3.343 i pazienti Covid-19 in Terapia Intensiva (-38 rispetto a ieri).

I ricoveri sono 27.847; gli altri soggetti positivi sono in isolamento (quelli a casa sono 71.063) senza sintomi o con sintomi lievi.

Si registrano 431 nuovi deceduti per il coronavirus in Italia oggi, sale quindi a 19.899 vittime totali nel nostro Paese dall’inizio dell’emergenza. Mentre ci sono 34.211 guariti/dimessi, 1677 in più rispetto a ieri. I casi totali dall’inizio dell’emergenza sono 156.363. In totale i tamponi effettuati sono 1.010.193.

Luca Richeldi, membro del Comitato tecnico-scientifico, ha anche cercato di spiegare il trend: “Mettendo insieme la riduzione dei ricoverati, dei pazienti nelle terapie intensive e del numero dei deceduti, possiamo affermare che le misure adottate e prorogate stanno avendo un impatto su questo virus“.

I dati a Milano e in Lombardia

Sotto osservazione come sempre restano Milano e provincia. I casi accertati sono 13.682 con un aumento di 412. Secondo Gallera però “non possiamo ancora considerare sotto controllo” la curva dei contagi. A Milano i nuovi casi sono 193, per un totale di 5.561.

Nella provincia di Bergamo, che nessuno ha dimenticato ma che anzi è diventata la città simbolo di questa emergenza in Italia: sono +51 i casi (ieri erano 107) per un totale di 10.309.

 Resta su numeri più alti invece la situazione a Brescia con +269 casi positivi, per un totale di 10.868.

Il messaggio di Mattarella per Pasqua

Una Pasqua molto diversa questa da quelle a cui tutto il Paese è abituato. Un giorno di festa che il Paese trascorrere nelle proprie abitazioni, alcuni lontani dagli affetti più cari, altri a lavorare negli ospedali. Proprio ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha però sottolineando, facendo gli auguri al Paese, come si stia cominciando a vedere la fine: “Stiamo intravedendo anche la concreta possibilità di superare questa emergenza.

 I sacrifici che stiamo facendo da oltre un mese stanno producendo i risultati sperati e non possiamo fermarci proprio adesso. Evitiamo il contagio del virus e accettiamo il contagio della solidarietà tra di noi“.

Approfondisci:

Tutto sull’emergenza Coronavirus

Coronavirus, che cosa riapre col nuovo decreto del Governo

Coronavirus in Lombardia: chiuse librerie e cartolerie. Fontana anticipa la cassa integrazione