enrico mentana in primo piano

Sta facendo discutere un post pubblicato su Facebook da Enrico Mentana, venuto alla luce poco meno di un’ora fa. Un post che il giornalista ha pubblicato discorrendo sul venturo 25 aprile, anniversario della Liberazione, che ovviamente non vedrà la solita scaletta di eventi a fronte dell’emergenza Coronavirus.

Il post sulla Liberazione di Enrico Mentana

Spero che il suo sia un fo**uto e geniale gioco di parole. Altrimenti… la invito a rileggere ciò che ha scritto“, è il primo di una lunghissima serie di commenti-critica (oltre mille in poco meno di mezzora) scritti al di sotto del post pubblicato su Facebook da Enrico Mentana.

Sia ben chiaro – scrive il direttore di TG LA7 sulla propria e personale pagina Facebook – se davvero c’è qualche cialtrone che vuole violare le norme, ma soprattutto la decenza, e andare a manifestare il 25 aprile contro la Liberazione, io sono pronto, come spero tanti altri, a scendere in piazza per festeggiare la libertà e riaffermare il dovere di preservarla contro gli indifferenti e i neofascisti. Facciamoci sentire“.

Le critiche al post su Facebook

Un post controverso e che in questo momento sta destando più di una critica: in particolare, viene fatto notare a Enrico Mentana come non sia assolutamente sensato e ancor meno sicuro caldeggiare, in nome del neofascismo, la popolazione ad uscire di casa – contro ogni legge attualmente in vigore per contrastare l’emergenza Covid-19 – per manifestare contro gli osteggiatori della Liberazione.

Enrico mentana post facebook sulla Liberazione
Il post pubblicato su Facebook da Enrico Mentana. Fonte: Facebook

Quindi direttore se ci sono degli idioti che violano la quarantena ce ne dovranno essere altrettanti che li imiteranno? Ma che modo è?

“, si legge tra i commenti; “Io sono antifascista ma scendere in piazza mi pare stupido in un momento del genere, basta che le forze dell’ordine facciano il loro dovere, io mi accontento di cantare dal balcone #bellaciao restiamo a casa“; “No dai, seriamente, cancellalo sto post e riprovaci, sarai più fortunato“; “Se non sa cosa fare il 25 Aprile caro direttore, venga a fare un turno con me in rianimazione, cosí che potrò mostrarle dove é andata a finire la libertà dei nostri poveri pazienti contagiati dal Covid“.

La replica di Enrico Mentana

Di fronte alla tantissime critiche mosse contro di lui, è seguito nell’immediato un secondo post pubblicato sempre da Enrico Mentana. Una sorta di risposta “chiarificatrice”: “A quelli che hanno risposto al post precedente con un “non si può” replico che lo so bene, ma so anche che ancor di più non si può svendere il patrimonio storico della nostra democrazia. Quanto all’aspetto tecnico, basti vedere come si è svolta ieri sera la manifestazione di protesta a Tel Aviv: tutti distanziati e con le mascherine“.

Enrico Mentana post Facebook
Il post pubblicato su Facebook da Enrico Mentana. Fonte: Facebook

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus e distanza di sicurezza: ancora nessuna certezza

Coronavirus: Oms prende le distanze da Walter Ricciardi, Salvini chiede dimissioni