strage sparatoria

Sale il bilancio della terribile sparatoria avvenuta ieri in Canada, in Nuova Scotia. Sono salite a 16 le vittime dichiarate del terribile episodio di violenza: un uomo, vestito da poliziotto, avrebbe infatti cominciato a sparare sulla folla dopo averne aggredite altre all’interno di una casa, senza apparente motivo. Le autorità locali, che hanno trovato e fermato l’aggressore, continuano a indagare sulla dinamica della strage.

Chi era l’aggressore

Pare inoltre che sia stato identificato ed arrestato l’uomo che si è messo a sparare contro la folla: fonti locali riportano che si tratterebbe di tale Gabriel Wortman, 51enne: l’aggressore è stato trovato dalla Polizia Montana Reale Canadese mentre si trovava ad Enfield (nella zona di Halifax), in una Stazione di Servizio.

In un secondo momento la polizia ha reso noto che l’aggressore sarebbe morto.

Potrebbe aver commesso diversi omicidi

Il Sovrintendente capo Chris Leather ha dichiarato all’Associated Press: “Crediamo che sia una persona responsabile di tutti gli omicidi e che si sia mossa da sola attraverso la parte settentrionale della provincia e abbia commesso quelli che sembrano essere diversi omicidi”. Non è ancora chiaro perché l’uomo avrebbe agito in modo tanto violento.

Tra le vittime ci sarebbe anche una poliziotta con 23 anni di servizio: la donna era sposata e con due figli.

L’aggressione, poi la fuga in macchina

A quanto pare Wortman, vestito da poliziotto e con una volante della Rmcp, avrebbe cominciato ad aggredire alcune persone dentro un’abitazione in una piccola comunità rurale nei pressi di Portapique. Quando le autorità sono arrivate sul posto, dopo le prime chiamate, hanno trovato diversi cadaveri dentro l’abitazione ed alcuni in strada. Da subito è stato però escluso il movente terroristico: è partita la caccia all’uomo, mentre l’aggressore sfuggiva per ore alle forze dell’ordine, cambiando anche vettura dopo un po’ di tempo.

Justin Trudeau: la dichiarazione ufficiale

Justin Trudeau, primo ministro canadese, ha rilasciato una dichiarazione di solidarietà nei confronti delle famiglie delle vittime e dei feriti: Il mio cuore è con tutti coloro che sono rimasti colpiti in questa terribile situazione“.

Approfondisci:

Canada, violenta sparatoria: morte 10 persone