medici che curano pazienti in ospedale per coronavirus

Gli studi effettuati sul Covid-19 stanno facendo passi da gigante per la scienza. Diverse ricerche hanno mostrato come avviene il contagio, o quali sono i sintomi a cui prestare attenzione. E di recente altre scoperte hanno permesso di conoscere gli effetti che questo potente virus può avere in tutte le le parti del corpo, con conseguenze anche letali.

 Covid-19 diverso da altri virus

Il nuovo coronavirus si distingue dagli altri virus precedenti come Mers e Sars sopratutto per la velocità di trasmissione. La principale via di trasmissione è, come riporta lo stesso Ministero della salute, quella respiratoria.

 Sul Journal of Hospital Infection vengono anche spiegate le principali caratteristiche del contagio: un tempo di incubazione da 2 a 10 giorni, attraverso le mani, goccioline o superfici contaminate.

Ma il Coronavirus non si ferma sono all’apparato respiratorio.  Sulla rivista Science vengono riportate le opinioni degli esperti che evidenziano la rapida evoluzione del virus che si comporta come nessun altro patogeno prima d’ora. Tra queste, quella del cardiologo Harlan Krumholz dell’Università di Yale: “La malattia può attaccare quasi tutto il corpo con conseguenze devastanti”. 

Diffusione del Sars-CoV-2 nel corpo: come avviene 

 Il contagio da Sars-Cov-2  si trasmette attraverso le goccioline ed entrano nel naso e nella gola dove trova un ambiente confortevole.

  Ecco come come avviene poi la sua diffusone nel corpo: le sue cellule sono ricche di un recettore ACE2 – presente in tutto il corpo – che utilizza per entrare in una cellula, che poi la dirotta, creando miriadi di copie di se stesso e invadendo nuove cellule. 

Coronavirus nel corpo: sintomi e conseguenze 

La persona affetta da Sars-CoV-2 a questo punto può essere asintomatica o presentare sintomi come febbre, tosse secca, mal di gola, perdita di olfatto e gusto.

Se il sistema immunitario non riesce a respingere il virus, questo si diffonde nel corpo con varie conseguenze mortali.

Il virus può arrivare anche nei vasi sanguigni e nel cuore. Science riporta il caso di una donna di 53 anni di Brescia arrivata con i sintomi di infarto. La donna  presentava danni ai muscoli cardiaci, si è poi scoperto che erano dovuti al Covid-19. 

Non solo polmoni e cuore, però. Il virus può arrivare al cervello e al sistema nervoso centrale. Non si conosce con certezza come il virus riesca a contattare i ricettori ACE2, ma il Sars-CoV-2 è in grado di causare  encefaliti, crisi epilettiche e perdite di coscienza.

 

Infine può essere presente anche nell’intestino, negli occhi con congiuntivite e in alcuni casi anche nel fegato, dotati di molti ricettori ACE2, causando insufficienza renale.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus isolato nelle lacrime di un paziente: lo studio allo Spallanzani