simona izzo in primo piano

Donna nota al grande pubblico della televisione, Simona Izzo è felicemente sposata con Ricky Tognazzi. Di lei conosciamo molto ma non tutti saranno al corrente di come ha avuto inizio la sua carriera e quali siano le curiosità meno in vista circa la sua vita privata, da sola ma anche al fianco del marito.

Simona Izzo: vita di un’attrice

Simona Izzo, che in realtà si chiama Simonetta Izzo, è nata a Roma il 22 aprile del 1953 ed è figlia d’arte. Infatti, suo padre è il famoso doppiatore e direttore del doppiaggio Renato Izzo. Abituata fin da piccola al mondo dello spettacolo, ha iniziato la sua carriera giovanissima come doppiatrice per poi affermarsi in diversi ruoli, sino ad arrivare alla regia.

Simona, che non è figlia unica, ha 3 sorelle: Fiamma, Giuppy e Rossella, tutte doppiatrici.

Ad oggi è felicemente sposata con Ricky Tognazzi e vivono in uno splendido casale alla periferia di Roma.

Tutti gli uomini di Simona: mariti e figlio

La vita privata di Simona è spesso stata raccontata sulle pagine della cronaca rosa per le sue storie d’amore con uomini molto famosi. Il primo marito è stato Antonello Venditti, che ha sposato nel 1975 e da cui ha avuto un figlio: Francesco, che ha seguito le orme nello spettacolo facendo anche lui l’attore e il doppiatore.

La storia d’amore con il cantautore romano arrivò al capolinea nel 1978. Il motivo? La stessa Izzo, qualche anno dopo, ammise che Antonello la tradì con una donna. Successivamente, dal 1983 al 1986, l’attrice si legò sentimentalmente a Maurizio Costanzo ma è solo nel 1995 quando si sposa con il suo grande amore Ricky Tognazzi. Sono più di 30 anni che questa coppia si ama e collabora fianco a fianco anche sul set. Infatti, è dal 1987 che i due artisti lavorano insieme e sono almeno 30 i film e gli spettacoli teatrali che hanno firmato o girato insieme.

Alcune curiosità su Simona Izzo

Forse non tutti sanno che Simona Izzo ha doppiato molti personaggi famosi in film passati alla storia. Infatti l’attrice ha prestato la voce ad esempio a Kim Basinger in Nove settimane e mezzo, a Madonna in Body of evidence – Il corpo del reato, a Glenn Close in Attrazione fatale, e non solo. Inoltre, la sua bravura è stata premiata con la vittoria del Nastro d’argento nel 1990 per il doppiaggio di Jacqueline Bisset nel film Scene di lotta di classe a Beverly Hills.

L’attrice, che non ha mai fatto segreto della sua vita privata, ha dichiarato apertamente di essere affetta da disturbi dell’umore e di soffrire di bipolarismo.

Non è trascorso nemmeno troppo tempo da quando proprio la Izzo era stata presa di “mira” per alcune esternazioni sulla chirurgia estetica a cui lei stessa ha confessato essersi rivolta: “Mi sono fatta il lifting e ne sono felicissima. Lo consiglio a tutte“, queste le sue parole al settimanale DiPiù.

Una delle dichiarazioni che ha fatto più parlare ultimamente dell’attrice è stata quella relativa alla sua pensione. Ospite a Vieni da me, aveva detto di guadagnare solo 1000 euro al mese, motivo per cui si sentirebbe costretta a lavorare.

Approfondisci:

Simona Izzo, l’indiscrezione su La Vita Promessa 3: “È complicato”

Simona Izzo si lamenta per la pensione da mille euro, Costanzo non ci sta

Simona Izzo, la frecciatina al vetriolo contro Belén Rodriguez a Vieni da me