primo piano di emilio fede sorridente

Durante gli arresti domiciliari, Emilio Fede ha scritto un libro autobiografico intitolato Che figura di merda, in ricordo di una battuta detta fuorionda durante un’edizione del TG4, poi rilanciata e resa celebre da Striscia la Notizia. Il giornalista ha parlato del suo libro al settimanale Chi, svelando anche in che rapporti è adesso con l’ex premier Silvio Berlusconi.

Il libro di Emilio Fede

Emilio Fede ha da poco finito di scontare gli arresti domiciliari, dopo essere stato condannato in via definitiva lo scorso anno per il reato di favoreggiamento della prostituzione nell’ambito del processo Ruby bis.

Come si legge su Il Fatto Quotidiano, l’ex direttore del TG4 ha svelato in un’intervista a Chi come ha trascorso questo periodo di detenzione: “Ho finito da poco di scontare gli arresti domiciliari per il caso Ruby bis, ma non mi è pesata la detenzione, ne ho approfittato per scrivere un libro“.

Il suo libro ha un sottotitolo significativo, come ha spiegato Fede: “Non è un libro di vendette, c’è anche un sottotitolo che è ‘Saper perdonare. È un modo per far capire a quelli che me l’hanno fatta grossa che non porto rancore perché so che, alla fine, i conti tornano sempre“.

Che figura di merda è quindi un libro autobiografico in cui l’ex direttore del TG4 si racconta. Infatti, sull’abstract si legge: “Emilio Fede ripercorre la sua esistenza. L’infanzia, l’amore per informazione, il vizio del gioco, incontro con Berlusconi, il successo, il bunga bunga, la caduta, immaginazione, i ricordi, che possono lenire o possono bruciare“. Nel suo testo, Emilio Fede, ora 89enne, arriva anche ad immaginare il suo funerale e, durante l’intervista, svela come vorrebbe che gli altri lo ricordassero: “Vorrei essere ricordato come un grande presuntuoso che diceva di essere il più bravo di tutti ma che, in effetti, lo era“.

Il rapporto con Berlusconi

Tra Emilio Fede e Silvio Berlusconi c’è un rapporto di amicizia di lunga data. Si tratta di un rapporto che le vicende giudiziarie dovute al caso Ruby avrebbero solo leggermente scalfito, a detta dell’ex direttore del TG4. E proprio nel suo libro Che figura di merda Fede parla anche della sua amicizia con l’ex premier: “Rispondo alla domanda che mi fanno tutti da anni: ma lo vedi ancora Berlusconi?

Ma vi sentite? Vede, io e lui saremo sempre amici fraterni. Certo, tutte le varie vicende che ci hanno interessato possono aver incrinato questo patto di affetto, ma non lo hanno rotto“.

Il titolo del libro celebra un famoso fuorionda di Emilio Fede

Il titolo del libro di Emilio Fede, Che figura di merda, omaggia un fuorionda dell’ex direttore del TG4 divenuto celebre. Quando nel 2003 fu catturato il dittatore Saddam Hussein, Fede annunciò ai telespettatori un servizio che mostrava le immagini dell’arresto dell’ex presidente dell’Iraq.

Purtroppo però al posto delle immagini della cattura del dittatore venne mostrata un’immagine di Silvio Berlusconi.

Emilio Fede si irritò reagendo all’errore con una battuta, mentre non era in onda: “Che figura di merda!“. Come forse era prevedibile, la sua battuta finì su Striscia la Notizia divenendo famosa.

Approfondisci:

Emilio Fede reduce da una brutta caduta: “Mi hanno operato”

Emilio Fede, le prime dichiarazioni dopo la condanna

Emilio Fede, dopo la condanna la richiesta a Sergio Mattarella

*Immagine in alto: fotogramma canale YouTube La7 Attualità