coronavirus italia medici

Di questi momenti l’ultimo bollettino medico aggiornato con i dati relativi all’epidemia di Covid-19 in Italia che giungono a metà di quella che è a tutti gli effetti una settimana di “prova”. Da lunedì 4 maggio ha infatti avuto inizio la “fase 2” della gestione dell’emergenza che ha riportato in strada e a lavoro oltre 4 milioni di cittadini prima forzatamente a casa per il lockdown e la conseguente chiusura delle attività.

Fase 2 e Coronavirus: il bollettino del 7 maggio

È un’Italia alla prova quella che sta affrontando la prima settimana della fase 2 dell’emergenza, nuovamente operativi su plurimi fronti ma sempre ligia nel rispettare le misure di sicurezza che continuano ad essere vigenti.

Dal distanziamento sociale all’uso obbligatorio della mascherina nei luoghi pubblici chiusi: si cerca di riappropriarsi della quotidianità a partire da piccoli passi ma a distanza di sicurezza perché il virus continua ad essere presente e la pandemia di Covid-19 è tuttora un’emergenza.

Gli ultimi dati aggiornati nel bollettino della Protezione Civile con tutti gli aggiornamenti al 7 maggio.

Ancora alti i morti registrati in data odierna

Di questi momenti i numeri che faticano, come sempre hanno fatto dall’inizio dell’epidemia, a raccontare in maniera sincera una situazione mutevole e talvolta troppo complicata per poter essere descritta in maniera reale.

Continua a diminuire il numero delle persone attualmente positive sul territorio con -1.904 casi per un totale di 89.624 attualmente positivi al Covid-19. Si registrano ancora oggi numerosi decessi: 274 in più rispetto alla giornata di ieri per un totale di 29.958 vittime di Coronavirus. Aumenta ancora il numero dei guariti da Coronavirus: oggi 3.031 casi registrati per un totale di 96.276.

Tenendo conto di tutte le discriminanti, in totale sono 215.858 le persone che in Italia hanno contratto il virus.

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, in arrivo bonus di 500 euro per l’acquisto di bici e monopattini

Reddito di cittadinanza: si parla di una riforma a maggio