Laura Pausini con in braccio un cagnolino

Laura Pausini è sicuramente una delle cantanti più apprezzate in Italia e nel mondo e siamo abituati a vederla sul palco sorridente e felice. Pero, di recente, la cantante ha confessato di aver attraversato un momento davvero molto duro nella sua vita, legato ad una malattia che le ha quasi fatto perdere la voce. In quel drammatico period, al suo fianco, c’è stato un vecchio amico che l’ha accompagnata fuori dall’Italia per farla curare.

Laura Pausini, il racconto della malattia

Durante il lungo periodo della quarantena causata dal coronavirus, Laura Pausini ha intrattenuto i suoi fan con molte dirette, mostrando qualche lato inedito della sua vita privata.

Però, di recente, ha anche rilasciato un’intervista radiofonica a Radio DJ, ospite nel programma Deejay Chiama Italia, nel quale ha rivelato un aspetto molto doloroso della sua vita. Infatti, la cantante, qualche anno fa, è stata colpita da una patologia che le ha fatto perdere la voce per ben quattro mesi. Le parole che descrivono quel periodo rendono a pieno lo sconforto provato: “Questa esperienza mi ha traumatizzata. Sono stati quattro mesi terribili che mi hanno segnata“.

Il prezioso aiuto di Pippo Baudo

In un momento di profonda tristezza e agonia come quello, al fianco di Laura è arrivato in soccorso un vecchio amico, nonchè l’uomo che l’ha lanciata sul palco di Sanremo: Pippo Baudo (era infatti il 1993, quando una giovanissima Pausini vinceva il Festival canoro nella sezione Novità con il brano La solitudine).

Come ha raccontato la Pausini ai microfoni di Radio DJ, il presentatore l’ha portata in Austria per farla curare e le ha inoltre consigliato di salvaguardare sempre la propria salute. Oggi Laura sa come prendersi cura della sua voce preziosa.

Infatti, la cantante, prima di un affrontare un concerto, resta in silenzio per tutto il giorno, così da non mettere troppo sotto pressione le sue corde vocali.

Approfondisci:

Ezio Bosso, il cordoglio dei vip: da Laura Pausini a Enrico Mentana

Laura Pausini: la romantica dedica per il compleanno di Paolo Carta