Controlli di Polizia sui Navigli a Milano

C’era molta attesa per i risultati del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha analizzato gli indicatori del periodo 18-24 maggio 2020. Da quanto emerge, l’emergenza Coronavirus in Italia sarebbe veramente sotto controllo. Un’indicazione che potrebbe tradursi in un ulteriore allentamento delle restrizioni: la passa ora passa al Governo, che deve decidere se riaprire agli spostamenti tra Regioni.

L’ISS positivo: “Nessuna situazione critica

Giorni delicati, per l’Italia. Le polemiche e l’indignazione per le immagini di movida dopo la riapertura di bar e ristoranti fa temere un nuovo rischio contagio e chiusura, fino a questo momento evitato.

A confermarlo, a due settimane dall’inizio degli allentamenti, è anche l’ISS e il Direttore generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute, Gianni Rezza.

Sul sito dell’ISS (e nel video pubblicato dal Ministero della Salute), si legge infatti che “Al momento in Italia non vengono riportate situazioni critiche relative all’epidemia di Covid-19“. Un dato positivo, da prendere però con cautela e sempre il massimo dell’attenzione.

L’incidenza e i servizi assistenziali

Nello specifico, il report dell’ISS riporta che “l’incidenza settimanale rimane molto eterogenea nel territorio nazionale“. Questo nonostante “in alcune Regioni il numero di casi è ancora elevato, denotando una situazione complessa ma in fase di controllo“.

Migliora anche la situazione negli ospedali: “non si registrano segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali ospedalieri sul territorio nazionale” ma anzi miglioramenti.

Nelle conclusioni dell’ISS, viene rilevato come “Le misure di lockdown in Italia hanno effettivamente permesso un controllo dell’infezione da COVID-19. Controllo, ma il virus resta e per questo bisogna mantenere alto il livello di guardia e attenzione.

Guarda il video

La sintesi del monitoraggio della #Fase2 per la settimana dal 18 al 24 maggio: in Italia al momento non ci sono situazioni critiche legate all'epidemia #COVID19Tutti i dati⤵️https://bit.ly/Monitoraggio18_24maggio

Pubblicato da Ministero della Salute su Venerdì 29 maggio 2020

La palla passa al Governo: riparte tutto?

Le indicazioni dell’ISS erano molto attese anche dal Governo, chiamato ora a preparare il nuovo piano dal 3 giugno in poi.

Su tutti, l’attenzione di questi giorni è rivolta agli spostamenti tra Regioni: riapertura settimana prossima ma non per tutti (leggasi Lombardia)? Rinvio di qualche giorno? Saranno questi i punti di dibattito delle prossime ore.

Viene reso noto che a seguito del monitoraggio offerto dall’ISS, Giuseppe Conte ha convocato per questa sera i Ministri responsabili, per iniziare a definire il piano sulle riaperture e gli spostamenti. Tra loro, anche il Ministro della Salute Roberto Speranza, che pochi minuti fa ad Ansa ha dichiarato che Al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti.

Conferme anche da Adnkronos, secondo cui il Governo starebbe dando l’ok agli spostamenti, senza differenziazione tra Regioni.

Il commento del Ministro Roberto Speranza sui dati ISS
Il commento del Ministro Roberto Speranza sui dati ISS

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus