anthony bourdain asia argento

Due anni fa, in un hotel di Kayserberg in Francia, moriva lo chef Anthony Bourdain. Oggi la sua compagna, Asia Argento, lo ricorda mostrando la sofferenza che la sua scomparsa ancora le provoca.

La morte di Anthony Bourdain

Anthony Bourdain si è suicidato in un momento in cui Asia argento era spesso sulle pagine dei giornali: era scoppiato da pochi mesi lo scandalo Weinstein e la testimonianza della Argento era stata uno dei punti chiave del dibattito. L’opinione pubblica su di lei si divideva tra chi la ammirava per quello che aveva fatto e chi la criticava: al suo fianco, per tutto il tempo, c’era stato il fidanzato Anthony, chef stellare che da anni divideva la vita con l’attrice e regista italiana.

Il post di Asia Argento

Ieri, in occasione del secondo anniversario della morte di Bourdain, Asia Argento ha pubblicato un’immagine che la ritrae in lacrime, con gli occhi gonfi ed un volto molto sofferente. La didascalia della foto, scritta in inglese, dice: “Volete il dolore? Ecco il dolore. Nessun filtro. Due anni senza il mio amore”. Molti i commenti di vicinanza e solidarietà alla regista da parte dei suoi follower, sotto l’immagine.

asia-argento-post
Il post di Asia Argento per Anthony Bourdain

Bourdain soffriva di depressione

La morte di Bourdain era stata un fulmine a ciel sereno, ma si sapeva da anni che lo chef soffriva di depressione. A The Guardian, nel 2017, aveva parlato della sua “rabbia psicotica” e del fatto che lottava solo per la figlia Ariane.

Le accuse ad Asia Argento

In molti avevano voluto al temo associare la morte di Bourdain con delle foto pubblicate pochi giorni prima che ritraevano Asia Argento con un altro uomo.

Lei aveva in seguito spiegato in un’intervista a Daily Mail che non poteva essere quella la ragione del suicidio di Bourdain: “Le persone hanno bisogno di pensare che si sia suicidato per qualcosa del genere? Anche lui ha tradito me. Non era un problema per noi. Era un uomo che viaggiava per 265 giorni all’anno. Quando ci vedevamo ci divertivamo molto insieme. Ma non siamo bambini. Siamo adulti “.

Il dolore che non scompare

Asia Argento aveva già raccontato, in passato, di come il dolore per la morte del suo compagno non fosse diminuito con il tempo.

Un anno dopo la sua morte, mentre parlava a Live-Non è la D’Urso, aveva spiegato (riferendosi a un recente flirt avuto con Fabrizio Corona): “Non è stata una storia e non sarei capace di averne una dopo la morte del mio compagno”.