fosse comuni a new york notizia smentita solo parzialmente

L’Italia che prova ad uscire dall’emergenza Coronavirus guarda quotidianamente ai numeri del bollettino con una certa naturale apprensione. Oltre questi, però, per poter continuare su questa strada è fondamentale riuscire a bloccare possibili nuovi focolai da Covid-19 nel Paese. Dopo il caso dell’ospedale San Raffaele Pisana, sempre a Roma è stato isolato un palazzo, potenziale sede di un nuovo cluster della malattia.

Famiglia contagiata in un palazzo occupato

Stando a quanto riportato da numerose fonti, la sede di questo potenziale focolaio si trova alla Garbatella, noto quartiere di Roma. Qui, in un palazzo occupato è stata trovata positiva al Coronavirus una famiglia: il primo ad essere stato trovato positivo sarebbe stato un bambino di una famiglia peruviana; assieme a lui, positivi anche padre, madre e un fratello.

A seguito di questa prima famiglia trovata positiva, le autorità sanitarie hanno battuto a tappeto l’intero stabile, ex sede Asl ora dismessa e occupata da circa 40 famiglie, per un totale riportato di oltre 1000 persone.

Isolato l’intero edificio

Dopo i primi casi, l’intero edificio sito in piazza Attilio Pecile è stato isolato dagli agenti, riportano le fonti.

Sembra infatti che sia impossibile determinare esattamente la pericolosità dell’edificio occupato, provvisto di bagni condivisi e condizioni igieniche preoccupanti. Come riportato, sono già stati eseguiti numerosi tamponi e in serata il totale dei positivi al Covid sarebbe salito a 12.

Tutto l’edificio ora sarà isolato per almeno 14 giorni: i positivi al virus sono stati trasferiti, e viene riferito da Repubblica che coloro che hanno un bagno privato resteranno nell’edificio, riforniti di cibo per il totale della quarantena forzata.

Per l’ASL non c’è nessun focolaio

Contrariamente a quanto temuto, l’Asl di Roma 2 avrebbe riferito che non c’è nessun focolaio alla Garbatella di Roma.

A riportare la dichiarazione è Adnkronos, la situazione viene definita “attenzionata” e sottolineato che sono stati eseguiti test e tamponi necessari.

La paura e la prudenza sono necessari: di oggi la notizia dell’assessore della Sanità Lazio che il cluster partito dall’ospedale San Raffaele Pisana ha portato alla scoperta di 99 persone positive al Covid, con già 5 decessi registrati. Se quello della Garbatella non diventerà un nuovo focolaio, molto passerà dalla prontezza degli interventi sanitari.

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus

Coronavirus, salgono i casi del focolaio di Roma: trovati 99 positivi