Vanessa Incontrada in primo piano con la mano destra sollevata a toccare i capelli

Un’altra domenica di sole e caldo è appena passata, ed i risultati della inevitabile voglia degli italiani a mettere il naso fuori di casa si sono visti nei risultati degli ascolti televisivi.

In un palinsesto costituito per lo più da repliche e trasmissioni in modalità estiva, c’è comunque chi si è difeso meglio di altri. 

Vanessa Incontrada “batte” Giulia Michielini

Per quanto riguarda la serata, il posto più alto del podio è andato a Non dirlo al mio capo, fiction con Vanessa Incontrada e Lino Guanciale. La serie è mandata in onda come replica di puntate già viste dal pubblico, ma ciononostante è riuscita ad ottenere uno share del 13,8 %, con 2.407.000 persone.

Alla stessa ora su Canale 5 è andato in onda Rosy Abate 2, che si è piazzata al secondo posto con 1.408.000 spettatori ed uno share dell’8,6%.

Sempre in prima serata su Italia Uno è andato in onda La Rivolta delle ex, che ha fatto il 4,7% di share (con 832mila spettatori) e L’Incredibile vita di Norman, con 883mila spettatori. Un risultato leggermente peggiore è stato quello di FBI su Rai 2, per 754mila spettatori ed uno share del 4,4%.

Sotto i 500mila spettatori invece sia Trash, su Iris, Gomorra su Tv8, i programmi di calcio sui canali SkySport e Chernobyl (che sta andando in onda in replica con il 2,7% di spettatori.

Seconda serata: dati più bassi

Risultati più bassi, ovviamente, durante la seconda serata: La Domenica Sportiva di Rai2 ha ottenuto 530mila spettatori (con uno share del 6,9%). Sempre a tema calcio su Italia 1 andava in onda Pressing serie A, che conquistava il 6% di share e 439mila spettatori, perdendo dunque vantaggio rispetto a La Domenica Sportiva.

Nello stesso momento Rise, su Canale 5, conquistava solo 413mila spettatori con il 6,5% di share.

Risultati poco soddisfacenti per il pomeriggio: fattesi da parte per l’estate le signore della tv (Barbara D’Urso e Mara Venier) sono scomparsi i numeri da capogiro, complice anche l’inevitabile voglia di ossigeno degli italiani, che la domenica, se possono, ne approfittano per lasciare le mura di casa (o i confini regionali).