ennio morricone necrologio

Il grande genio voleva andarsene senza far rumore, senza clamore né applausi. Ennio Morricone, in un ultimo messaggio a famiglia ed amici più vicini, ha annunciato le sue ultime volontà ed ha spiegato perché voleva che la sua dipartita avesse un profilo basso.

Le sue ultime parole sono state consegnate al suo avvocato, che aveva il compito, nel triste momento della morte del Maestro, di dover diffondere a chi di dovere le sue ultime parole.

Il necrologio: “Non voglio disturbare

Da queste si comprende infatti l’autentica natura del grandissimo compositore: nonostante la sua musica abbia fatto il giro del mondo e sia testimone immortale del suo talento, lui come uomo ha scelto il silenzio.

“C’è solo una ragione che mi spinge a salutare tutti così e ad avere un funerale in forma privata: non voglio disturbare”.

È stato proprio il suo legale, Giorgio Assumma, a diffondere la notizia della morte, insorta a quanto pare per complicazioni post-operatorie.

Il saluti a famiglia e amici

“Io, Ennio Morricone, sono morto” dice da una dimensione lontana ed ormai astratta il Maestro, premurandosi di salutare le poche ma importantissime persone che ha amato fino alla fine: in primis la moglie Maria, a cui rinnova “l’amore straordinario che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare.

A Lei il più doloroso addio”.

Morricone non si dimentica gli amici e naturalmente i figli: “Spero che comprendano quanto li ho amati”.

Le ultime volontà rispettare: la camera ardente

Ennio Morricone era però troppo amato e venerato per avere davvero l’intimità ed il silenzio nel quale sperava: la notizia della sua morte è rimbalzata in tutto il mondo, e la camera ardente allestita al campus di Trigoria, a Roma, è una meta desiderabile per tutti i suoi fan.

Chi lo ha amato ed ama le sue musiche sta però rispettando le sue ultime volontà: nessuno può avvicinarsi alla camera ardente e, complici anche le limitazioni Covid, non c’è alcun assembramento davanti alla struttura.

Approfondisci:

Morto Ennio Morricone: i messaggi, da Giuseppe Conte a Vasco Rossi

Addio a Ennio Morricone, il compositore immortale