Un medico effettua il tampone per il Covid su una signora

Sul fronte dell’emergenza Coronavirus, il mondo sta cercando di prendere le misure alla pandemia, dopo mesi di dolorosa convivenza. In Italia, dopo la quarantena e la ripartenza segnata comunque dall’esplosione di nuovi preoccupanti focolai, si è cercato anche di attrezzarsi per ottenere gli strumenti adatti per fermare possibili nuovi casi prima che diano il via a ulteriori contagi. In questo senso, viene accolta con particolare attenzione la novità introdotta dal Veneto: un test rapido per il Coronavirus pronto in 7 minuti.

L’annuncio di Luca Zaia sul test rapido

L’occasione è stata la consueta conferenza stampa dalla Protezione Civile di Luca Zaia, nella quale sono stati forniti aggiornamenti sulla situazione epidemiologica nella regione.

Un dato su tutti: in Veneto si è superato il milione di tamponi fatti. La Regione, dall’inizio della pandemia, si è dimostrata sempre attenta alla prevenzione e screening, come dimostra la proposta della Banca del Plasma di qualche settimana fa. Un dato, quello dei tamponi fatti, che potrebbe essere ulteriormente incrementato nel corso delle prossime settimane, grazie ad un nuovo ausilio che permetterà di effettuare test rapidi in soli 7 minuti.

Luca Zaia ha presentato questo test per il Covid-19 sottolineando come finora il processo fosse stato macchinoso: dal tampone all’analisi, fino al risultato, possono passare giorni se non ore. Più questa finestra si riduce, maggiori le possibilità di contenere il virus.

Test rapido per il Covid in 7 minuti: come funziona

Il Presidente del Veneto ha presentato il test rapido annunciato che “abbiamo testato ormai 1000 tamponi rapidi” e di questi solo uno ha dato un falso positivo. Questi tamponi vengono dalla Corea e, assicura Zaia, “in 7 minuti abbiamo il risultato“.

Il funzionamento è lo stesso di un normale tampone: “È molto flessibile, si infila nelle narici, reagente e dopo 7 minuti dà la positività“. Il punto fondamentale è la velocità, appunto: “Si passa dal carro coi cavalli alla Ferrari” ha ironizzato il Governatore. Contenuto anche il prezzo del test rapido per il Covid-19: 12 euro.

Provare per credere, durante la conferenza viene subito testato un tampone su uno dei giornalisti presenti, che ha avuto il suo risultato in ben meno dei 7 minuti prospettati. Uno strumento, questo, che potrebbe essere utilissimo, specie considerando i vari casi di asintomatici che hanno causato allarmi in tutta Italia.

Guarda il video (minuto 30.00)

❌❌❌ IN DIRETTA CON GLI AGGIORNAMENTI SULL’EMERGENZA CORONVIRUS. Con noi il dottor Roberto Rigoli, direttore delle Microbiologie del Veneto. ❌❌❌

Pubblicato da Luca Zaia su Lunedì 13 luglio 2020

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus

Coronavirus, il medico che ha scoperto l’Ebola: “Siamo solo all’inizio della pandemia”

Coronavirus, in arrivo nuovo Dpcm del governo Conte: le nuove misure anti-contagio