Inaugurazione terapia intensiva ospedale sacco

In Italia si è registrata una lieve salita dei contagi di coronavirus negli ultimi giorni, ma la situazione, assicura il Ministero della Salute, rimane stabile. Osservate speciali le spiagge, dove gli italiani si riversano: i ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità chiedono a gran voce il rispetto delle regole anche sotto l’ombrellone.

La Lombardia invece annuncia che non si sono registrate vittime nelle ultime 24 ore, come non succedeva dal 22 febbraio.

Coronavirus in Italia: i dati del 19 luglio

Il Ministero della Salute rilascia il bollettino del coronavirus per il 19 luglio.

Ci sono 219 nuovi contagi, che portano il totale a 244.434 con 12.440 attualmente positivi. I ricoverati con sintomi sono 743, di cui 49 in Terapia Intensiva e 11.648 in isolamento domiciliare. Nelle ultime 24 ore si sono avuti 3 decessi, in totale le vittime sono state 35.045. I dimessi e guariti sono invece 196.949 (+143).

Aggiornamento casi Covid-19

Il focolaio a Ostia

Vengono tenuti sotto controllo i focolai isolati in varie zone d’Italia. L’ultimo a preoccupare è quello venuto alla luce nello stabilimento di Ostia, sul litorale romano, chiuso dopo la scoperta della positività di un dipendente.

L’uomo, originario del Bangladesh, mostrava sintomi di coronavirus da giorni, ma ha continuato ad andare a lavorare nel ristorante della struttura. Positivi anche i suoi 6 coinquilini, che sono stati posti in isolamento.

In generale, si raccomanda la massima precauzione durante le vacanze, con l’Iss che ricorda con un video le regole per evitare un ritorno dei numeri spaventosi di poche settimane fa.

Incurante dei sintomi anche un 23enne altoatesino, che andava a lavorare e violava sistematicamente la quarantena. Tutta la famiglia, che ha continuato a partecipare a feste e aperitivi nonostante la positività di uno di loro, è stata denunciata per epidemia colposa.

Movida vietata a Roma

Anche gli assembramenti del week end sono sorvegliati speciali, specialmente nella capitale. Sabato notte la Polizia, come annunciato dalla sindaca Raggi, ha chiuso le zone di movida capitoline, da Trastevere a Rione Monti, dove tantissime persone si sono riversate incuranti delle misure di prevenzione.

Non possiamo tornare indietro e disperdere gli sforzi fatti fin qui. Dobbiamo usare la mascherina o rischiamo nuovi casi come in Catalogna“, ha dichiarato l’assessore alla Salute del Lazio Alessio D’Amato.

Approfondisci:

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, nuovo decreto per l’emergenza: le misure fino al 31 luglio