Mano di un'anziana signora

Drammatico episodio di violenza sessuale a Grottaglie (in provincia di Taranto), dove una donna di 95 anni è stata violentata da un giovane sulla trentina, che è riuscito a entrare in casa sua con una scusa.

La donna è salva grazie all’intervento della vicina, che ha sentito le sue urla disperate.

Svegliata all’alba dal suo violentatore

La signora, che è molto anziana ed usa il deambulatore, è stata svegliata all’alba della giornata di oggi da un giovane di 33 anni che si sarebbe messo a bussare alla sua porta. La donna, sicura che si trattasse del figlio, ha aperto la porta senza indugio.

Sulla porta di casa non c’era però il figlio della donna bensì uno sconosciuto che sosteneva di avere un malore.

Il ragazzo avrebbe raccontato di sentirsi male

La donna a quel punto sarebbe andata a prendere una bottiglietta d’acqua per il ragazzo, che però sarebbe riuscito ad entrare in casa a forza, si sarebbe spogliato ed avrebbe aggredito la donna, violentandola e picchiandola.

Soccorsa dalla vicina di casa

Le urla della povera anziana avrebbero allarmato la vicina di casa che è riuscita ad entrare nell’appartamento dell’anziana ed a cogliere l’aggressore sul fatto.

L’uomo, colto in flagrante, sarebbe fuggito.

Il ragazzo ha tentato la fuga

Le due donne a quel punto hanno chiamato il 113 che è immediatamente andato sul posto per soccorrere la donna: è stata breve la fuga dell’uomo che forse non aveva considerato la presenza di telecamere di sorveglianza nella zona che lo hanno incastrato. In poco tempo le forze dell’ordine l’hanno raggiunto ed al momento il 33enne sarebbe in carcere.

Non sono state diramate al momento informazioni circa le condizioni della donna.

Approfondisci:

Sassari, aggredita e violentata mentre fa jogging: arrestato un 16enne

Ospita 3 giovani turisti tedeschi: poi li narcotizza e ne violenta uno

Rimini, 50enne violentata e picchiata all’interno di un casolare