La cantante Manuela Villa

Un’infanzia certamente complicata quella vissuta da Manuela Villa, cantante così come il padre, il grande Claudio Villa. Ospite di Io e te da Pierluigi Diaco, la ragazza ha ripercorso le principali tappe del suo doloroso passato, fra cui il riconoscimento del padre avvenuto solo in tarda età. Immediata la reazione del conduttore al difficile racconto.

Pierluigi Diaco commenta: “Sono dei mostri

La storia di Manuela Villa, dalla difficile infanzia al suo attuale presente, tiene banco a Io e te, nel salotto di Rai1 del programma condotto da Pierluigi Diaco.

La cantante ha raccontato i tratti salienti della sua vita, a cominciare da un doloroso passato e dal rapporto/non rapporto con il padre, il grande Claudio Villa. Per moltissimi anni Manuela è stata la figlia segreta del cantante, sino a quando non ne venne a conoscenza. Lei conobbe il padre solo da adolescente, quando si era già risposato e aveva già costruito una famiglia dopo la separazione dalla madre. Il rifiuto del riconoscimento legale da parte del cantante è stato al centro di una controversia giudiziaria durata anni e conclusasi nel 2004, quando è stata effettivamente confermata la paternità di Villa.

Ma ancora oggi molte persone non la accettano e questo è stato, ed è ancora, motivo di sofferenza per lei. Il racconto del suo doloroso passato è noto a tutti ma, rivivendolo a parole nello studio di Io e te, ha lasciato di sasso Pierluigi Diaco. Il commento del conduttore è glaciale: “Sono dei mostri“.

La maturità a 54 anni

Ma per Manuela Villa la vita ha riservato anche due preziosissimi doni. Il primo è la passione per il canto, che ha iniziato a praticare così come il padre; il secondo è il figlio Jacopo, il suo bene prezioso.

Proprio grazie al supporto del figlio, la cantante ha sostenuto a giugno il suo esame di maturità. La Villa all’epoca interruppe gli studi per dedicarsi totalmente al canto, ma sapeva che quello con la scuola sarebbe stato solo un conto in sospeso. E così quest’anno ha terminato le superiori con l’agognata maturità che tanta pressione mette ai ragazzi che devono sostenerla. Esami ampiamente superati, con tanto di complimenti dalla commissione, come da lei dichiarato.