elodie primo piano

Elodie De Patrizi è stata presa di mira dalla Bestia, la macchina mediatica della Lega.

La cantante, negli ultimi tempi, non ha avuto timore ad esprimere il suo dissenso nei confronti di alcune affermazioni di Matteo Salvini, talvolta rivolgendosi direttamente al senatore. Ora la Bestia ha detto stop, usando il volto di Elodie per dei post accusatori contro di lei.

Elodie e Sergio Sylvestre

La prima volta che Elodie si è rivolta direttamente a Salvini è stato in onore della performance di Sergio Sylvestre, che ha cantato l’inno di Mameli prima della finale di coppa Italia.

Il cantante, durante le prove, ha sbagliato a cantare ed il video è diventato virale perché usato in maniera violenta e razzista. A tutti coloro che lo aveva criticato Elodie ha rivolto parole di grandissimo biasimo: “Non ve lo meritavate Sergio che canta l’Inno nazionale (…) fate del male alle persone gratuitamente, siete delle brutte persone”.

Il commento a Matteo Salvini: “Piccolo uomo”

Tra coloro che avevano criticato Sergio Sylvestre c’era anche lui, Matteo Salvini, che sui social aveva pubblicato il video della performance scrivendo: Sbaglia L’Inno e saluta col pugno chiuso, ma dove l’han trovato?

Povera Italia’!”. A quel punto Elodie aveva risposto con un commento: “Non perde mai occasione per dimostrare quello che è, un piccolo uomo”.

Elodie e la lega: “Non mi piace”

L’episodio è stato ricordato durante un’intervista a Il Corriere della Sera: Quando hai un ruolo politico hai un megafono. E se offendi gratuitamente qualcuno scatenando odio ti assumi una grande responsabilità. Non mi piace come la Lega cerca di accalappiare voti. Vorrei avere dei veri punti di riferimento a rappresentarci“.

La Bestia non si è fatta attendere con la sua reazione: è spuntata sul profilo della Lega un’immagine di Elodie che canta e la scritta: “Non la pensi come lei? Sei ignorante! E, a lato, venivano riportate alcune sue dichiarazioni.

Elodie non ha risposto direttamente alla Bestia, o a Salvini, questa volta: ha invece retwittato alcuni dei commenti che gli utenti hanno fatto al post, in cui veniva definita con epiteti irripetibili.