volante dei carabinieri

Ci sono novità sulla vicenda che ha riguardato un piccolo bimbo di appena un anno, originario di Siracusa, che ieri era stato portato all’ospedale di Modica con evidenti lividi sul corpo prima di morire tra le braccia dei medici. Di ieri la notizia di un fermo da parte della Polizia nei confronti di un uomo, il convivente della madre. Oggi la decisione della Procura di Siracusa di disporre il fermo anche per la madre del piccolo.

In ospedale con lividi sul corpo, bimbo ad un anno

Erano stati i genitori a portare con estrema urgenza il piccolo bimbo di un anno in ospedale dove fin da subito i medici hanno riscontrato sul suo corpo evidenti ecchimosi che hanno fatto presupporre una morte violenta.

Sopraggiunta la morte del piccolo, i medici dell’ospedale di Modica, in provincia di Ragusa, avevano voluto vederci chiaro sulle cause del decesso in cerca di spiegazioni per quei lividi su schiena e collo del piccolo. Disposta l’autopsia sul corpicino del piccolo, sono entrate in azione fin da subito le Forze dell’Ordine avvertite dall’equipe medica.

Fermata anche la madre

Fermato ieri, e posto sotto interrogatorio, il convivente della madre del piccolo, la stessa che ai medici aveva spiegato quei lividi come il frutto di un incidente domestico.

Avendo il piccolo iniziato a camminare da poco, la madre avrebbe così giustificato i lividi frutto di una porta sbattuta addosso al bimbo per colpa di una folata di vento mentre lui si aggirava per casa. Di quest’oggi, dopo alcune indagini preliminari, la decisione della Procura di Siracusa di disporre il fermo anche per la madre del piccolo, un ragazza di 23 anni.

Madre e convivente, che non è il padre del bimbo, risultato ora indagati per omicidio volontario e maltrattamenti in famiglia, condotti entrambi in carcere come riportato da TgCom24.