Carlos Corona in primo piano

A quasi tre settimane dal super 18° compleanno, Carlos Corona torna a far parlare di sé e questa volta non è esente da polemiche. Il figlio di Nina Moric e Fabrizio Corona, al centro della vita e delle preoccupazioni dei genitori, come lo stesso Fabrizio ha raccontato recentemente, è stato protagonista di un brutto scivolone sui social che gli ha fatto perdere consensi.

Le sue parole non sono sfuggite agli occhi vigili della madre, che ha scelto di intervenire scusandosi.

Figuraccia per Carlos Corona

In molti lo hanno definito come cavalcatore delle orme paterne, soprattutto dal punto di vista della provocazione, in tanti invece lo hanno duramente contestato, il motivo?

Una serie di Instagram stories culminate in una frase dai toni pesanti, pronunciata proprio da Carlos Corona.

Carlos Corona nelle Instagram Stories

Tre video, nei primi due si vede il giovane rampollo di casa Corona intento ad allenare i bicipiti. Un allenamento duro ma il neo-diciottenne non vuole cedere e, completata la serie, al terzo video esulta dei suoi risultati con parole pesanti: “La determinazione è tutto nella vita. Se non avete le palle siete delle checche”.

Il video si conclude così, ma le polemiche non hanno tardato ad arrivare; sono state così tante da portare Nina Moric ad intervenire.

“Vergognati Carlos”

Sono addolorata nel vedere mio figlio Carlos acquisire questi atteggiamenti” scrive Nina Moric su Instagram, “ma soprattutto un linguaggio che non è assolutamente in linea con quella che è stata l’educazione che mi sono premurata di dargli in questi anni”.

Il post prosegue con un ricordo diverso di Carlos: “Che mi leggeva e argomentava saggi di filosofia”. “Chiedo scusa io a quanti si sono sentiti giustamente offesi dalle sue parole, ma credetemi, non è in lui”.

Il post di Nina Moric

Vergognati Carlos per ciò che dici” scrive ancora Nina Moric scusandosi con tutti a nome del figlio: “Chiedo scusa“.

Approfondisci:

Nina Moric contro il video del figlio Carlos: “Mi fa male, non è lui”

Tutto su Nina Moric