Ilaria d'amico e Gianluigi Buffon in primo piano

Se la si guarda con gli occhi del pregiudizio e degli stereotipi, anche una storia d’amore da favola può essere tradotta come una realtà da osservare con sospetto, attraverso il filtro delle maldicenze. Lo sa bene Ilaria D’Amico, da alcuni accusata di essere una “rovinafamiglie” all’alba della sua relazione con Gigi Buffon. Ai microfoni del Fatto Quotidiano, la giornalista ha detto la sua su un’etichetta che ha sempre rigettato con forza.

Ilaria D’Amico dice la sua sull’etichetta di “rovinafamiglie”

Ilaria D’Amico non ci sta a restare imbrigliata nelle maglie di un’etichetta, quella di “rovinafamiglie”, che, da più parti, le è stata cucita addosso all’alba della sua storia d’amore con Gigi Buffon.

Un’accusa davanti alla quale si è sempre opposta apertamente, fin dai primi battiti di una relazione non sempre incorniciata dai migliori commenti.

Le critiche al loro rapporto si sono fatte sentire e, in parte, hanno interessato esclusivamente la sua persona, dipinta quale causa della fine di un matrimonio da copertina come quello del portiere con Alena Seredova. Ma la giornalista ha sempre tenuto testa e lo ha ribadito nella sua recente intervista al Fatto Quotidiano.

Ci risiamo: ha mai sentito usare il termine rovinafamiglie per un uomo? – ha chiesto la D’Amico al collega che l’ha intervistata – C’è l’orrendo gusto di voler ritenere una donna sempre responsabile della fine di qualcosa“. Così ha sottolineato il suo punto di vista, ricordando la nascita del sentimento che la lega a Buffon: “Quando io e Gigi ci siamo incontrati eravamo già persone mature e responsabili, reduci da rapporti fortemente compromessi e da periodi molto dolorosi“.

La giornalista contro i pregiudizi

Chi intravedeva una battaglia intestina sulla questione, è destinato a un magro banchetto.

Le parole di Ilaria D’Amico al Fatto non lasciano margine a ulteriori gossip e ricalcano perfettamente quanto lei stessa ha dichiarato, non molto tempo fa, a Verissimo.

Io non ho trovato un uomo felice in un rapporto idilliaco che ha battuto la testa e improvvisamente si è innamorato di me, bensì un uomo con una crisi esplosa da tempo nella coppia, che ha trovato me nella stessa situazione“, ha aggiunto nella sua ultima intervista.

Una posizione già emersa ai microfoni di Silvia Toffanin: “C’è sempre l’idea che sia una donna ad arrivare nella vita di un uomo felicissimo, tipo Valchiria, lo prende, lo strappa e lo porta via.

Questa è l’idea nell’immaginario collettivo. Non ho mai sentito dire ‘Gigi è arrivato nella vita di Ilaria e ha stravolto… rovinato…’“.

Approfondisci

Ilaria D’Amico e Gigi Buffon: una vita a due oltre le apparenze

Ilaria D’Amico e Gigi Buffon, la passione esplode sotto il sole

La verità di Alena Seredova sulla rottura con Buffon