un uomo viene sottoposto al tampone per il coronavirus

Non accenna a diminuire la risalita dei nuovi casi da Coronavirus in Italia. Anche nella giornata di oggi infatti il trend non è stato invertito e vanno segnalati aumenti anche nei ricoveri, specie in terapia intensiva. Sono 490 i focolai nel Paese, con un età media che si è drasticamente abbassata rispetto alla prima fase della pandemia.

Coronavirus, il bollettino del 28 agosto

Un mese di fuoco e l’estate ha poco a che vedere. Dal bollettino diffuso oggi, 28 agosto 2020, non emerge nessun cambio di rotta: forse, si è detto nei giorni scorsi, stiamo ancora assistendo all’esplosione dei casi di Ferragosto.

Qualsiasi sia la motivazione, oggi sono stati registrati 1.462 nuovi contagi da Coronavirus, 51 in più di ieri. Il dato ancora sotto controllo, ma comunque in ascesa, è quello dei ricoveri in ospedale (+47) e soprattutto in terapia intensiva (+7).

Sale anche il numero delle vittime da Covid-19 in Italia: +9, per un totale di 35.472. Il dato che viene sottolineato, è quello del numero dei tamponi fatto arrivato alla cifra record di 97.065 nelle ultime 24h.

I dati sul bollettino di oggi, 28 agosto 2020

Coronavirus, l’età media scende a 29 anni

Dall’analisi dei dati settimanale riportata dall’Istituto Superiore di Sanità, emergono dati anche sulla provenienza di questi nuovi casi.

La maggior parte, si apprende, “continua ad essere contratta sul territorio nazionale“. Aumentano però i casi importati tra Regioni e province, passato dal 2,3% al 15,7%. Alta anche la percentuale di contagi importati dall’estero: 20,8%.

Altrettanto rilevante il dato del report che annuncia come l’età media dei casi degli ultimi 7 giorni è scesa a 29 anni.

Una cifra lontanissima dai dati di marzo, quando a venire colpiti erano per lo più ultra 70enni. Il motivo, riporta l’ISS, sta nel “cambiamento nelle dinamiche di trasmissione, con emergenza di casi e focolai associati ad attività ricreative sia sul territorio nazionale che all’estero“.

Torna la paura nelle case di riposo: 22 casi a Milano

Benché si sia abbassata così tanto la media d’età dei nuovi contagi, l’attenzione per le fasce a rischio deve restare alta. Lo dimostra il caso della Rsa Quarenghi, a Milano, dove sono state trovate 21 persone positive al Covid-19, tra cui un operatore.

Tutti ricoverati, ma soltanto uno con sintomi: è il paziente che ha fatto scattare i controlli.

Approfondisci

TUTTO sull’emergenza Coronavirus

Coronavirus: anche Gianni Morandi si è sottoposto al tampone

Flavio Briatore parla dopo il ricovero e il tampone per il Coronavirus