Medici in ospedale

Solo ieri pomeriggio la Protezione Civile ha aggiornato con i dati sul coronavirus relativi alle ultime 24 ore. Sono 978 i nuovi positivi al virus su 81.050 quelli effettuati. Resta alta l’apprensione per le terapie intensive, ma soprattutto per i nuovi focolai.

Focolaio in Valle d’Aosta

Stando agli ultimi dati sulle Regioni, la Valle d’Aosta conta al momento 30 persone positive al Covid-19. Negli scorsi giorni ha fatto notizia il focolaio di otto positivi nel Comune di Courmayeur. Il gruppo aveva fatto una grigliata e ora si trovano in isolamento domiciliare, senza sintomi.

Focolaio a Orgosolo

La Sardegna è l’osservata speciale di questo periodo dopo i moltissimi vip tornati dalle vacanze che hanno rivelato di essere positivi al Covid. A fare notizia è soprattutto il caso del Comune di Orgosolo che chiude per alcuni giorni in via precauzionale. Al momento il paese ha 15 casi di positività accertati tutti riscontrati negli ultimi giorni, rivela Ansa. Il sindaco Dionigi Deledda, in una nota: “Si avvisa la cittadinanza che stante i recenti sviluppi legati all’emergenza coronavirus, nelle giornate dell’1, 2 e 3 settembre gli uffici comunali saranno chiusi al pubblico“.

La decisione arriva poche ore dopo la decisione del sindaco di Orgosolo che con una ordinanza ha deciso di rendere obbligatoria la mascherina 24 ore al giorno, anche all’aperto, fino al prossimo 16 settembre.

I dati aggiornati al 1 settembre dal sito della Protezione Civile

Focolaio nel Lazio

Sempre sotto attenta osservazione anche le strutture che ospitano molti pazienti. Alessio D’Amato, assessore alla Sanità del Lazio, ha parlato di un nuovo focolaio: “Sono ventisette i casi del cluster del San Giovanni di Dio – Fatebenefratelli a Genzano (25 ospiti e 2 operatori) nella struttura che ospita pazienti adulti con disagio mentale e dove è in corso l’indagine epidemiologica”, spiegava appena qualche giorno fa nel bollettino quotidiano della Regione Lazio.

La situazione è sotto controllo ed è stata chiesta la collaborazione della Prefettura per il controllo degli accessi alla struttura. Tra le prescrizioni immediatamente date dalla Asl alla struttura accreditata vi è quella di dare tempestiva informazione ai famigliari dei pazienti che sono stati tutti sottoposti a tampone“, riporta Il Tempo.

La situazione a Milano e in Calabria

Sotto osservazione anche la Rsa Quarenghi, nella periferia Nord Ovest di Milano.

Nella struttura sono risultati positivi al tampone 21 ospiti e uno degli operatori sanitari della Rsa. Stando a quanto riporta Il Giorno, solo uno dei contagiati presenta i sintomi della positività al virus. I risultati primi risultati erano arrivati negli ultimi giorni del mese di agosto.

Anche la questione migranti resta sotto stretta osservazione. In provincia di Cosenza, gli ospiti della struttura per migranti a Santo Stefano di Rende mostrano allarmanti numeri positivi: 15 casi positivi su 37 ospiti.

Il bollettino del 01 settembre 2020 sull'emergenza Coronavirus
Il bollettino del 01 settembre 2020 sull’emergenza Coronavirus