silvio berlusconi

Gli ultimi esami medici effettuati a Silvio Berlusconi al San Raffaele hanno fatto emergere un principio di polmonite bilaterale allo stato precoce.

Si tratta di uno sviluppo della malattia covid-19 che è stato frequentemente visto in numerosissimi pazienti.

A monitorare le condizioni di Silvio Berlusconi sono i medici del San Raffaele ed il medico dell’ex Cavaliere, Alberto Zangrillo.

Silvio Berlusconi, patologie pregresse

Il paziente è stato sottoposto a diversi esami e, ufficialmente, è stato ricoverato al San Raffaele perché è un paziente a rischio: Berlusconi ha ormai abbondantemente superato gli 80 anni, è stato operato al cuore ed ha avuto un cancro alla prostata.

Il resoconto della prima notte in ospedale

Licia Ronzulli, senatrice di Forza Italia, ha nelle scorse ore dato un resoconto della prima notte passata in ospedale: “Berlusconi ha passato la notte in ospedale. Dopo una mattinata iniziata un po’ male, ora sta bene, ha passato la notte bene. C’è stato bisogno di un piccolo ricovero precauzionale per monitorare l’andamento del Covid-19“.

La stanza in cui è ricoverato Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi, al San Raffaele, è un sorvegliato speciale.

Malato di Covid-19 come molti altri, accanto a sé ha un folto team ospedaliero ed il suo medico di fiducia, Alberto Zangrillo.

A sua disposizione, come spiega Huffington Post, c’è un’intera ala dell’ospedale, con 9 stanze e 3 bagni, e vari servizi inclusi: massaggi, estetista, parrucchiere.

Questa volta, però, al contrario del 2016 (anno dell’operazione al cuore), Silvio Berlusconi non potrà avere vicino a sé parte dei suoi cari. A risultare positivi al Covid-19 ci sono infatti anche Luigi e Barbara Berlusconi, nonché la sua compagna (e deputata azzurra) Marta Fascina.

Approfondisci:

Berlusconi, positiva al Covid anche la compagna Marta Fascina

Berlusconi positivo al Covid: le parole di Emilio Fede

Berlusconi positivo al Covid: Briatore chiarisce sul contagio

Coronavirus, dopo Silvio positivi anche Luigi e Barbara Berlusconi