flavia godinho mafra

Flavia Godinho Mafra aveva solo 24 anni quando una delle sue più care amiche l’ha uccisa e le ha strappato via la bimba che portava in grembo, e che sarebbe dovuta nascere nel giro di poche settimane.

L’efferato omicidio è avvenuto a Canelinha, in Brasile: l’intero Paese è rimasto scioccato per l’accaduto ed ora chiede giustizia per la morte della giovanissima.

La killer ha organizzato una finta festa per la vittima

La ragazza che ha ucciso Flavia Godinho Mafra avrebbe architettato un trabocchetto quasi perfetto per la futura mamma: un baby shower per festeggiare l’arrivo della piccola, che in realtà era solo un modo per portare la ragazza in un luogo isolato ed aggredirla.

A quanto pare la giovane è stata presa a colpi di mattone in testa (probabilmente per tramortirla) e poi l’amica avrebbe tagliato di netto il suo ventre, per prendere la bimba che Flavia portava in grembo.

Forse era viva mentre le strappava il ventre

Le indagini e gli esami autoptici non hanno ancora chiarito se la ragazza fosse ancora viva quando la sua piccola le è stata tolta dal ventre: la bambina è stata poi portata in ospedale proprio dalla donna che aveva ucciso Flavia.

Con lei c’era anche suo marito, ed entrambi sono stati arrestati.

A quanto pare la donna ha raccontato che ad inizio anno aveva avuto un aborto spontaneo che l’aveva fatta cadere in uno stato di depressione.

Le condizioni della bambina

La piccola, che è stata chiamata Cecilia, è ora in ospedale: è stabile ma è sotto antibiotici e cure necessarie per il trauma dovuto alle ferite che sua madre ha subito e per la nascita forzata.

Sempre accanto a lei al momento ci sono la madre della 24enne uccisa ed il marito della donna, che sono anche coloro che hanno trovato il corpo della giovane, abbandonato in un ex deposito di ceramiche a Galera.