Silvio Berlusconi in primo piano

Pare che stia meglio Silvio Berlusconi, ricoverato da alcuni giorni all’ospedale San Raffaele: Berlusconi, positivo al Covid-19, è monitorato giorno e notte dopo aver sviluppato una polmonite bilaterale.

A fornire aggiornamenti sulle sue condizioni è come sempre il professor Alberto Zangrillo.

Silvio Berlusconi: le condizioni dopo il ricovero

Il professor Zangrillo, in una nota, ha fatto sapere che “Oggi, martedì 8 settembre, possiamo confermare l’osservazione di un quadro clinico in costante evoluzione favorevole. Tutti i parametri clinici ed ematochimici monitorati sono rassicuranti”.

Ricoverato al San Raffaele dopo un peggioramento

Silvio Berlusconi aveva scoperto di essere positivo al Covid-19 alla fine della scorsa settimana.

L’arrivo di sintomi come la febbre ed altri fenomeni tipici del Sars-Cov-2, insieme al generico quadro clinico del politico che lo rendevano un paziente a rischio, avrebbero convinto i medici a spingere per il ricovero nella notte durante il weekend.

In quei giorni si è anche scoperto che pure i figli Luigi e Barbara Berlusconi erano risultati positivi al tampone, così come la compagna Marta Fascina. 

Affetto da polmonite bilaterale

Nonostante i medici e lo staff di Forza Italia abbiano sempre parlato, per quanto riguardava l’ex Cavaliere, di un ricovero più dalla volontà di essere prudenti, Zangrillo stesso nei giorni scorsi aveva parlato di “fase delicata”.

La polmonite bilaterale è, d’altronde, uno sviluppo tipico di questa malattia ed è piuttosto pericolosa su un paziente di avanzata età e con patologie molto serie alle spalle. 

Silvio Berlusconi: le giornate al San Raffaele

A quanto pare in questi giorni Silvio Berlusconi non ha mai avuto bisogno di essere messo sotto ossigeno, avrebbe continuato a fare telefonate ed ad alzarsi ed a fare pasti regolari.

Approfondisci:

Silvio Berlusconi: ultime notizie sulla sua salute dal San Raffaele

Marina Berlusconi positiva al Covid-19

Berlusconi positivo al coronavirus, il commento di Sgarbi è un inaspettato dietrofront