massimo giletti in primo piano

Non possiamo parlare certo di una novità: che il nome del famosissimo giornalista Massimo Giletti venga accostato a quello dei partiti politici fantasticando su una sua possibile messa alla prova in ambito politico, è storia ormai risaputa sul quale si ricama di tanto in tanto e alla quale, spesso, seguono le varie smentite.

Intervistato da La Stampa, Giletti dichiara di non precludersi nulla nella vita, nemmeno l’idea di scendere in campo in politica. Un fantasticare che, a giudicare dalle dichiarazioni centellinate rilasciate di tanto in tanto, lo vedrebbe schierato con il Movimento Cinque Stelle.

Intanto, per le vie di Roma, il giornalista che il 27 novembre prossimo tornerà al timone di Non è l’Arena, si mostra per le vie con indosso un giubbotto antiproiettile.

Massimo Giletti, in giro con il giubbotto antiproiettile

La decisione di dare una scorta a Massimo Giletti era giunta nel pieno del lockdown. Ai tempi, si ricorderà la dura invettiva di Massimo Giletti in quel di Non è l’Arena contro la decisione di scarcerare i boss condannati per mafia sebbene si agitassero dietro motivi delicati quali la salute, minacciata appunto dal Coronavirus.

Le parole di Massimo Giletti erano arrivate alle orecchie del boss di Cosa Nostra Filippo Graviano che, intercettato, aveva commentato: “Il ministro fa il suo lavoro (riferendosi al Ministro Bonafede [NdR]) e questi… Giletti e Di Matteo rompono la minch*a“. Un commento sì che pervenuto però dal boss di Cosa Nostra è stato interpretato come una non troppo velata e potenziale minaccia.

massimo giletti col giubbotto antiproiettile
Massimo Giletti in giro per Roma con indosso un giubbotto antiproiettile. Fonte: Diva e Donna

La decisione di affidarlo alla scorta

Ai tempi non era chiarissimo se dopo l’accaduto si fosse deciso per la scorta ma a conferma di ciò arrivarono poi le parole del conduttore e giornalista televisivo: “Confermo tutto, sono sotto scorta da due settimane ma non ho altro da aggiungere“.

E proprio con la scorta appresso, in questi giorni, Massimo Giletti è stato avvistato per le vie di Roma con indosso quello che non è altro che un giubbotto antiproiettile, datogli proprio a tutela della sua sicurezza personale. Lo scatto, firmato dai fotografi di Diva e Donna, descrive la delicatezza della situazione nonché la tensione emotiva in cui versa il conduttore che ora deve fare i conti, quotidianamente, con il pericolo.

Un futuro in politica per Massimo Giletti?

Intervistato da La Stampa, a cui confessa di non precludersi una carriera in politica, Giletti racconta il suo “salto nel vuoto”, il momento in cui decise di lasciare la Rai quando “una persona importante dell’azienda (della Rai [NdR]) mi disse che rischiavo di chiudere la carriera“. Circostanza però non verificatasi e anzi, il successo di Massimo Giletti sulla rete di Urbano Cairo, La7, non ha fatto altro che consacrarlo ancora di più agli occhi del pubblico facendolo affermare con più incidenza in ambito giornalistico.

Quanto all’accostamento Giletti-M5S, il giornalista arretra: “Venni mandato via dalla Rai perché considerato anti-casta e il parallelismo con il M5s era molto facile. Ma credo di aver dimostrato di non essere legato a nessuno. Abbiamo fatto dimettere il capo del Dap. Noi probabilmente non facciamo solo opinione, ma anche fatti“.

Approfondisci:

TUTTO SU MASSIMO GILETTI

Massimo Giletti querelato da Basentini: “Ci vedremo in tribunale”

Massimo Giletti minacciato dal boss mafioso: la reazione del conduttore