Serena Grandi a processo

Guai per Serena Grandi: l’attrice è stata condannata a 2 anni e 2 mesi di reclusione con l’accusa di bancarotta, per via del fallimento del suo ristorante La locanda di Miranda.

Il locale era stato aperto nel 2013 ed era ispirato al personaggio di Miranda dell’omonimo film di Tinto Brass, dalla Grandi interpretato. l’apertura del locale era avvenuta in un momento particolarmente felice, ovvero quello successivo alla partecipazione della Grandi al film La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino.

Serena Grandi e la chiusura del ristorante

A quanto pare il ristorante non aveva avuto successo ed aveva chiuso dopo un anno, trascinandosi dietro però diversi problemi: in primis, il mancato pagamento dei dipendenti.

 

Questi ultimi avevano denunciato il fatto e poco dopo la società Donna Serena Srl aveva dichiarato fallimento. A quel punto sarebbe partita l’indagine della Procura di Rimini

Le ricerche hanno portato a galla una realtà di irregolarità sui libri contabili, con distrazione dei beni strumentali della società.

Per ora l’attrice non ha rilasciato dichiarazioni in merito alla sentenza che l’ha raggiunta.

Serena Grandi a processo per una vacanza

Non è la prima volta che Serena Grandi finisce a processo.

Nel 2018 è infatti accaduto che la Grandi ed il fidanzato Luca Iacomoni si trovassero in vacanza a Santa Firmina, in provincia di Arezzo, dove avrebbero passato una notte di relax.

La coppia sarebbe partita la mattina dopo senza però pagare il pernottamento (che avrebbe avuto un costo di più di 700 euro) ed è stata di conseguenza denunciata dalla struttura. La coppia è stata rinviata a giudizio nel giugno 2020.

Approfondisci:

Serena Grandi nei guai per una vacanza: l’attrice finisce sotto processo

Serena Grandi: un tumore scoperto in ritardo dai medici

Serena Grandi contro le influencer: “Una volta si chiamavano zocc*le”

Serena Grandi operata di tumore: “Non ho più una parte del seno destro”