Maltempo al Nord Italia: strade allagate, città sommerse dal fango, disagi dalla Liguria al Piemonte

Sono momenti drammatici quelli che sta vivendo il Nord Italia in queste ore, a causa delle condizioni meteo critiche. Un vigile del fuoco della cittadina di Arnad è deceduto durante un’azione di soccorso in Valle d’Aosta. Un albero gli è crollato addosso senza lasciargli scampo. Tutta la Regione è in allerta idrogeologica arancione.

L’esondazione di un torrente ha isolato il Comune di Limone in Piemonte. La Regione ha assistito alla caduta di quantità record di pioggia che hanno comprensibilmente provocato grossi disagi. “La situazione all’alba di oggi è molto critica.

Si stanno registrando livelli idrici mai visti negli ultimi 20 anni. La maggior parte della nostra rete viabile risulta chiusa o compromessa. Restate a casa“, ha scritto la Provincia di Vercelli su Facebook. I dispersi per ora sono 11, uno in Valsesia e gli altri tutti nel Cuneese. Si tratta di 3 volontari di una cooperativa, 6 escursionisti tedeschi e un pastore travolto da un torrente.

Frane, inondazioni, allagamenti e strade bloccate anche in Liguria: Ventimiglia la città più colpita. Un mese fa eventi meteoroligi analoghi avevano colpito l’altro versante del Nord Italia, dal Trentino alla Lombardia.

Esondazioni e danni in tutto il Piemonte

Situazione drammatica in Piemonte. L’esondazione del torrente Vermegnano ha provocato danni e l’isolamento del Comune di Limone Piemonte (Cuneo), dopo la chiusura della statale da Vernante. Sempre nel Cuneese, paura sia a Garessio che a Ceva, dove è esondato il Tanaro. Il fiume, secondo per lunghezza in Piemonte dopo il Po, a Ormea ha superato i record delle alluvioni del 1994 e del 2016.

Maltempo devastante nel Cuneese

Anche in provincia di Vercelli, il maltempo si è abbattuto con violenza.

Il Sesia ha superato gli 8 metri e mezzo di piena, stabilendo un nuovo record e provocando diffuse esondazioni. Nella serata di ieri, la cittadina di Borgosesia ha vissuto una brutta alluvione, con auto sommerse e case allagate. Ci son stati disagi simili anche a Mergozzo e Candoglia (214 mm di pioggia in 12 ore) e nella provincia di Biella.

Allerta rossa in Liguria, Ventimiglia sommersa

In Piemonte permane l’allerta arancione. Secondo quanto previsto dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa), si attende un graduale miglioramento a partire dalla tarda mattinata di oggi.

Nel mentre, l’allerta rossa in tutta la Liguria si è conclusa, passando all’arancione. Dal Levante al Ponente, le piogge hanno investito in pieno la Regione, soprattutto nel Savonese. I disagi più grossi si sono registrati però a Ventimiglia (Imperia), dove il fiume Roya è esondato in più punti, spazzando via la passerella Squarciafichi, simbolo della città e collegamento del centro con la Marina. Bloccato un autobus, con l’acqua arrivava fino ai finestrini, scrive l’Ansa, e molti locali sono stati invasi da acqua e fango come mai prima d’ora.

A Tenda è crollato anche il ponte romanico sulla strada statale verso Saint Dalmas.

Triora e Molini di Triora sono rimaste isolate. Nonostante gli evidenti problemi in tutta la Regione, per fortuna non ci sono stati feriti o dispersi.

Ventimiglia invasa dal fango