Alberto Tarallo e Adua Del Vesco

Le dichiarazioni di Adua Del Vesco e Massimiliano Morra al Grande Fratello vip hanno alzato un polverone. Un caso mediatico clamoroso, quello denominato ormai Aresgate, che riguarda Alberto Tarallo e la sua casa di produzione che ha lavorato a molte fiction mediaset.

Alberto Tarallo a Non è l’Arena

Alberto Tarallo dopo settimane di voci e polemiche entra nello studio di Massimo Giletti per raccontare la sua versione della storia. “Ora mi attacca ma prima mi scriveva lettere piene d’amore e riconoscenza“, racconta Tarallo di Adua Del Vesco proprio lei protagonista sia della storia con Gabriel Garko, che ha recentemente fatto coming out, sia di quella con Massimiliano Morra.

Ero a un pranzo di lavoro, mi ha chiamato un amico e mi ha detto: ‘Ti hanno definito Lucifero’“, racconta, “Prima sgomento, poi dolore, ora tanto schifo“.

Non sono i conduttori del Grande Fratello”, precisa, “è qualcosa che viene dal passato“, dice Tarallo di questa storia venuta fuori, quella che definisce “una macchinazione“. “Bisogna capire se Adua era fidanzata veramente con Massimiliano Morra“, specifica Tarallo. Intanto però Giletti ricorda anche alcune dichiarazioni fatte dall’attrice nei confronti dell’ex: Adua ha infatti rivelato, in una chiacchierata con Matilde Brandi e Dayane Mello, che Massimiliano Morra sarebbe gay, solo per poi ritrattare tutto qualche ora dopo in diretta televisiva.

La loro storia è completamente finta“, aggiunge ancora Tarallo, sempre calmo mentre cerca di tirare le fila di quanto avvenuto in queste settimane. “Fu una storia inventata a tavolino da me, Enrico Lucherini e da Sandro Mayer“, spiega.

Guarda il video

Alberto Tarallo e Teodosio Losito

Alberto Tarallo continua raccontando dettagli del suo rapporto con Adua, racconta di aver persino ospitato la famiglia dell’attrice per darle modo di vedersi.

Racconta anche del bel rapporto tra l’attrice e Teodosio Losito, di cui si è tanto parlato, morto a gennaio del 2019. Tarallo racconta il grande amore che li ha uniti, in 20 anni di relazione. “Parlano di sette, di messe nere, ma non si rendono conto che dietro c’è una persona“, dice Tarallo, “che si deve sforzare di alzarsi il mattino“, sottolineando quanto le parole di Adua che ricordano il suicidio di Losito l’abbiano colpito. Poi si commuove ricordando gli ultimi giorni del suo compagno, ancora prima di cominciare a leggere la lettera di addio di Teodosio.

Questa è una mia scelta e tu non hai colpe“, legge Tarallo. “Sono io che ho rimorsi e rimpianti, ma non posso tornare indietro e non riesco ad andare avanti. È un anno che combattiamo contro i mulini a vento“, legge ancora a tratti con voce rotta. “Dove andrò col tuo perdono potrò trovare forse un po’ di serenità“, termina la lettera e anche l’intervista.

Approfondisci

Manuela Arcuri, l’Ares e Gabriel Garko: “Mai flirt a tavolino”

AresGate, tra verità e smentite: ora parla Maria De Filippi

AresGate, Francesco Testi rivela la sua esperienza dopo lo scandalo