coronavirus medici

Si attesta sempre ben al di sopra della soglia 2mila il numero dei nuovi casi di Coronavirus registrati anche oggi dalla Protezione Civile nel bollettino che riporta la data del 5 ottobre. 2.257 nuovi positivi nello specifico, cui 431 solamente in Campania e con l’aggiornamento dei bilanci odierno superano quota 36mila i decessi in Italia.

Picco di contagi in Campania, 2.257 i nuovi positivi

Calano sì ma sempre sopra quota 2mila: i nuovi casi di contagio rispetto alla giornata di ieri, come riportava il bollettino del 4 ottobre, calano di qualche unità ma la situazione permane preoccupante alla luce di un dato che continua a vacillare al rialzo.

Sono 2.257 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore con 431 casi registrati nella sola Campania, 251 in Lombardia, 248 nel Lazio e 230 in Veneto prendendo in considerazione le regioni dove si è registrato il picco più alto. 58.903 le persone attualmente positive su territorio italiano ad oggi cui 55.093 di queste in isolamento domiciliare.

I morti in Italia sono oltre 36mila

Aumentano rispetto alla giornata di ieri i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: +20 unità per un totale di 323 ricoverati mentre i ricoveri ospedalieri semplici di persone affette dal virus e manifestanti sintomi sono in tutto 3.487, 200 in più rispetto alla giornata di ieri.

60.241 il numero dei tamponi effettuati nella giornata di oggi e 767 i guariti in 24 ore per un totale di 232.681 casi. Salta però all’occhio il numero relativo alle vittime: 16 i morti di Coronavirus registrati in 24 ore, numero che porta il bilancio complessivo a superare la soglia delle 36mila vittime in Italia, precisamente 36.002.

Conte lavora ad un nuovo DPCM

Il Governo, in linea con quanto sta accadendo fuori dall’Italia nei vicini Stati europei dove l’emergenza sanitaria è tornata a minacciare la quotidianità paventando l’ipotesi di nuovi lockdown, sta valutando nuove misure di sicurezza per fronteggiare quella che potrebbe essere una nuova forte ondata di positivi, un trend già previsto nei mesi scorsi dai virologi che avevano previsto un acceleramento dell’epidemia in autunno. Nella fattispecie, a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sta buttando già i pilastri di un nuovo Dpcm che, stando alle indiscrezioni lanciate dall’AdnKronos, non dovrebbe però prevedere chiusure anticipate di bar e locali come si era caldeggiato.

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronovirus, un positivo nel cast de Le Iene: è Giulio Golia

Coronavirus, Trump scrive dall’ospedale: le sue condizioni