Mara Venier e Carlo Conti a Domenica In

Per Mara Venier puntata speciale di Domenica In. Fra due giorni, infatti, la conduttrice televisiva raggiungerà il prestigiosissimo traguardo dei 70 anni e le sorprese per lei sono già iniziate. Come quella che ha in serbo per lei Carlo Conti, che decide di invertire le parti: sarà lui a intervistare la ‘zia d’Italia’, che ripercorre la sua vita, tra lavoro, carriera e famiglia.

Carlo Conti intervista Mara Venier a Domenica In

Antivigilia speciale per Mara Venier che, martedì 20 ottobre, spegnerà 70 candeline. Un traguardo prestigiosissimo e, guardandosi alle spalle, la conduttrice può certamente gioire per la carriera che si è costruita di anno in anno, di successo in successo.

Tanti i programmi condotti e numerosi gli obiettivi raggiunti, che l’hanno consacrata come una delle presentatrici di punta della Televisione di Stato. La ‘zia Mara’, che ha annunciato l’addio a Domenica In al termine di questa stagione, si appresta a festeggiare i 70 anni e le sorprese per lei hanno già avuto inizio. Nella puntata in onda quest’oggi, infatti, la conduttrice riceve la visita speciale di Carlo Conti in apertura di puntata.

Il conduttore ha deciso di diventare intervistatore per un giorno, sottoponendo la collega ad una serie di domande sulla sua vita e la sua carriera. Si invertono dunque le parti, con Mara Venier ‘ospite’ della sua stessa trasmissione, che concede a Conti un’intervista speciale.

Carlo Conti intervista Mara Venier a Domenica In

Carlo Conti e Mara Venier insieme a Domenica In

Mara Venier e i suoi primi 70 anni

Carlo Conti apre la puntata ed accoglie in studio Mara Venier, alla quale dichiara: “Di solito tu stai seduta da quella parte, invece devi metterti dalla parte dell’intervistata“.

La conduttrice inizia a raccontare la sua storia, stimolata dalle continue domande del collega e grande amico: “Sono nata il 20 ottobre del 1950, martedì saranno i miei primi 70 anni, vissuti intensamente. Ho sempre vissuto in maniera totalmente libertà. Non ho nessun tipo di rimpianto, ho sempre seguito il mio cuore anche se ho preso delle cantonate. A 70 anni è chiaro che faccio un bilancio: non faccio nulla per nascondere l’età, sono quella che sono“.

Il rapporto con i genitori

‘Zia Mara’ ripercorre poi i momenti più importanti della sua infanzia, raccontando il rapporto con i genitori: “Io assomiglio molto come carattere al papà, mi è sempre piaciuta poco la solitudine.

Lui prima era fruttivendolo, poi ci trasferimmo a Mestre, lavorava lì. Io assistevo sempre a liti in casa perché il 27 era il giorno dello stipendio e parte di esso se lo spendeva in un’osteria, dove suonava la fisarmonica., Me lo trovavo lì che suonava circondato da tutti i ferrovieri, che cantava e offriva da bere a tutti. Da mamma ho preso il rigore, era la donna di casa, rigida“. Grande emozione quando, con un RVM, Mara Venier si rivede piccina e ripensa ai sacrifici e alla lunga strada percorsa per diventare la conduttrice apprezzata che è oggi: “Non ho mai pensato di essere seduta qua, a fare la televisione: ero una ragazzina spaurita“.

Il lavoro e la famiglia, tra figli e nipoti

Aprendo il capitolo legato alla sua carriera, Mara Venier rivela: “Ho sempre lavorato per guadagnare, ho sempre avuto poca ambizione. Ma non ho mai pensato né di fare l’attrice né di fare la televisione“. Il suo lavoro è iniziato però presso Campo dei Fiori, dove la conduttrice aveva una bottega di vestiti usati: “Ero una stracciarola, ma credo che gli anni di Campo dei Fiori siano stati i più felici della mia vita“.

Ma per Mara Venier il bene più prezioso è senza dubbio la sua meravigliosa famiglia. La conduttrice racconta: “La gioia più grande per me è essere nonna. Io forse come mamma ho tanti rimproveri da farmi, ma ero così giovane, e quando sei così giovane tante cose non le capisci subito. Però ti posso assicurare che i miei figli sono la cosa più importante della mia vita: se non avessi loro mi sentirei una donna non risolta. Avere i miei figli e i miei nipoti sono la vera ricchezza della mia vita“.

Il successo a Domenica In

Ma il programma che, più di tutti, ha consacrato Mara Venier come una delle signore della Rai è Domenica In. La conduttrice televisiva ricorda la prima chiamata per prendere il timone della popolare trasmissione: “Nel 93/94 arriva la prima Domenica In. Ma io non c’entravo niente, avevo 40 anni. Per cui quando me lo offrirono, credo me lo offrirono solo perché ero la fidanzata di Arbore. Non credo ci fosse stato un’interesse, perché io ero l’opposto delle ragazze che andavano allora“. La conduttrice descrive il suo esordio, caratterizzato dall’agitazione: “Alla prima puntata ero terrorizzata, ma c’era Fabrizio Frizzi che mi dette una spinta.

Ero bloccata“. I due colleghi colgono così per ricordare il compianto conduttore, con il quale entrambi hanno avuto un rapporto speciale.

La storia d’amore con Renzo Arbore

Nella vita di Mara Venier la figura di Renzo Arbore è stata davvero importante: “È stato un grande amore quello con lui. Io ancora non ho capito perché ci siamo lasciati. Forse perché sono diventata improvvisamente famosa, lui era sempre in giro. Inevitabilmente questo lavoro ti fa perdere qualcosa. Io quando mi sono messo con lui ero sconosciuta, poi con Domenica In sono diventata popolare.

Penso che ci siamo allontanati amandoci: è un amore diverso ma un legame molto forte. Io so che c’è lui nella mia vita e lui sa che io ci sono nella sua“. Poi continua: “Di matrimonio non avevamo mai parlato. Ma io ho sempre saputo che non ci saremmo mai sposati, perché sapevo cosa lui pensava del matrimonio“. Dopo essersi lasciati, i rapporti non sono stati semplici: “I primi anni lui non mi voleva vedere, evitava di incontrarmi e questo mi addolorava molto. Io volevo rimanere sua amica per questo affetto che c’è.

Abbiamo avuto momenti di grande gioia ma anche dolori molto forti. Forse sono questi dolori che alla fine ci hanno allontanati“.

Il presente con Nicola Carraro

Altra sorpresa per Mara Venier, che riceve il collegamento speciale del marito Nicola Carraro: “Sto seguendo tutto, mi sono anche un po’ commosso. Sono stati anni meravigliosi. Io ho subito capito che sarebbe stato un grande amore. Poi a un certo punto Carlo Conti la chiama per fare Domenica In. Sapevo che era una trasmissione importante per lei, quindi mi sono sposato sia con Mara sia con Domenica In”. La conduttrice lo saluta con grande affetto, ringraziandolo per l’inaspettata incursione: “Ciao amore ci vediamo dopo, non fare disordine a casa“.

A seguire viene proposto un filmato che ritrae i nipoti della conduttrice, le gioie della sua vita. Con la lacrime agli occhi e la voce strozzata dall’emozione, rivela: “Spero di godermeli il più possibile“.

Carlo Conti intervista Mara Venier a Domenica In

La sorpresa di Carlo Conti a Mara Venier

Approfondisci

TUTTO SU DOMENICA IN

TUTTO SU MARA VENIER

TUTTO SU CARLO CONTI

Mara Venier lascia Domenica In: le ragioni dell’addio