inps spid

Lo Spid, o Sistema Pubblico di Identità Digitale, è divenuto nel tempo tanto strumento fondamentale per il cittadino, quanto difficile da ottenere se non al prezzo di discreti sacrifici di tempo ed energie.

Pagare tasse e tributi? Occorre lo Spid. Iscrivere i figli alle scuole primarie e secondarie? Potrebbe servire. 

Richiedere finanziamenti, pagare inviare documenti, chiedere sussidi? Anche per portare a termine tali procedimenti burocratici lo Spid potrebbe essere la nostra unica salvezza. Salvo essere riusciti ad ottenerlo.

Spid: a cosa serve

Per avere l’elenco completo di tutti i servizi a cui si può accedere per avere lo Spid, occorre andare sul sito ufficiale del Sistema Pubblico d’Identità Digitale.

Dall’agricoltura, al settore energia, al sistema giuridico -soprattutto per l’ottenimento di misure e consultazione dati- fino ai servizi riguardanti economia e finanze -servizi Inps, anagrafe, fatturazione elettronica e molti altri- sembrano essere molte le porte che si aprono a chi ha le credenziali di un’identità Spid. Molti dei servizi a cui si accede con lo Spid sono accessibili anche con una Carta Nazionale dei Servizi, strumento che nasce prima e che al momento coesiste con lo Spid, ma che ben presto potrebbe scomparire.

Chi può richiedere lo Spid e cosa serve

A poter ottenere lo Spid sono tutti i cittadini italiani o, comunque, i cittadini che sono in possesso di una carta d’identità italiana in corso di validità ed un codice fiscale. 

Secondo le direttive ufficiali, ottenere uno Spid è facile se si hanno le seguenti cose: una carta d’identità valida ed una tessera sanitaria digitale attiva. In realtà questo secondo strumento potrebbe creare delle difficoltà a chi vuole ottenere lo Spid.

Se infatti tutti si trovano facilmente in possesso della tessera sanitaria, pochi sono coloro che si trovano ad attivarla. L’attivazione è infatti necessaria solo se si utilizza la tessera per particolari impieghi burocratici, e richiede di rivolgersi a sportelli amministrativi che si occupino della pratica, rilasciando i codici di attivazione.

Come ottenere lo Spid: il riconoscimento dell’identità

Qualora un cittadino riesca ad ottenere una tessera sanitaria attivata, può rivolgersi ad un identity provider abilitato all’ottenimento dello Spid. Ce ne sono diversi, elencati sul sito ufficiale dello Spid, con le specifiche riguardo a tempi di ottenimento delle credenziali e necessità eventuale di effettuare pagamenti.

Di per sé infatti lo Spid è gratuito, ma alcuni identity provider potrebbero chiedere, dopo la fase d’iscrizione, che vi sia una fase di “riconoscimento”. Tale fase si può effettuare presentandosi con i dati dell’iscrizione ad uno sportello pubblico o, in alternativa, da casa, via web cam: in quest’ultimo caso l’IP potrebbe richiedere un costo aggiuntivo.

Avere lo Spid con la firma digitale

Per ottenere lo Spid, un altro strumento potrebbe rivelarsi risolutore: la firma digitale. Chi ne è in possesso può infatti utilizzarla allo scopo di bypassare la fase di riconoscimento, rendendo il procedimento lievemente più breve.

In tutto, il procedimento non dovrebbe richiedere più di 5 giorni lavorativi circa.