Cronaca

Coronavirus registrato nuovo calo: primo week end di riaperture. Il bollettino

Calano ancora i contagi che scendono sotto i 25mila nuovi casi. C'è attesa per il piano vaccinazioni
coronavirus italia medici

Si registra un nuovo calo di contagi da Coronavirus, i dati riportati sul bollettino del 29 novembre segnano cifre sotto i 25mila casi. Si riaccende la speranza dunque di vedere più Regioni in zona gialla prima di Natale. Intanto primo week-end di semi-libertà per Piemonte e Lombardia, che hanno visto la riapertura dei negozi.

Il bollettino del 29 novembre

Nelle ultime 24 ore sono 20.648 le persone che hanno contratto il Coronavirus; il dato è stato registrato su 176.934 tamponi (moti meno rispetto ai 225.940 di sabato).

Sono 3.753 i ricoveri in terapia intensiva (-9) e 32.879 i ricoveri ordinari (-420). I guariti del giorno sono 13.642 per un totale di 734.503 dall’inizio dell’epidemia. I decessi restano ancora alti, oggi se ne contano 541 per un totale di 54.904. In totale dall’inizio dell’epidemia sono 1.585.178 i casi di Coronavirus in Italia.

Il piano vaccini

Il 3 dicembre si avvicina, e c’è fervente attesa per i nuovi provvedimenti previsti dal Governo: dal nuovo Decreto che specificherà le regole per limitare i contagi durante le feste, passando per il Decreto Ristori Quater, sugli ultimi investimenti per le attività messe in ginocchio dall’emergenza.

Il 3 dicembre sarà anche il giorno nel quale il ministro della Salute Roberto Speranza presenterà in Parlamento il piano vaccinazione anti-Covid.

Stando alle prime informazioni trapelate fino ad ora, il progetto prevede la creazione di un punto vaccinazione ogni 30mila abitanti utilizzando: drive in, palestre, ospedali da campo… dove medici di base e ospedalieri potranno vaccinare la popolazione. Ad occuparsi dei punti saranno le Asl, mentre contemporaneamente partiranno campagne di sensibilizzazione per spiegare il meccanismo delle procedure di vaccinazione ai cittadini.

Primo week-end di libertà per Piemonte e Lombardia

A Milano e Torino oggi è tornata la vita nelle vie del centro. Con il passaggio da zona rossa ad arancione, i negozi hanno riaperto. Una prima domenica d’avvento caratterizzata da un ritorno dello shopping ma sempre all’insegna della responsabilità. Proprio a questa fa appello il sindaco di Torino Chiara Appendino che su Facebook ha scritto: “Si può passeggiare e fare shopping in modo responsabile. Oggi è una bella giornata. (…) Ai torinesi rivolgo due raccomandazioni: supportiamo i negozi di vicinato e, nel contempo, non abbassiamo la guardia”.

Anche a Milano c’è stata una bella ripartenza guidata dalle parole dell’amministrazione comunale che ha parlato di sobrietà e speranza, parlando delle luminarie natalizie.

Approfondisci:

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Natale, le regole nel nuovo Dpcm: coprifuoco, stretta su cenone e ristoranti

Misure anti-contagio, multe fino a mille euro: quali sono e come fare ricorso

Potrebbe interessarti