emma-marrone-maternita-non-obbligo

Da sempre in prima linea su temi che riguardano il genere e pronta a riconoscere i pregiudizi presenti anche nel mondo dello spettacolo, durante una recente intervista, Emma Marrone ha affrontato il tema della maternità, un percorso che ogni donna deve sentirsi libera di intraprendere se e quando desidera. Anche per il suo impegno a sostegno delle donne, Emma Marrone è stata premiata da Tiziano Ferro come “Personaggio dell’anno” ai Diversity Media Awards.

Emma Marrone parla della maternità: “Non voglio figli ora

Emma Marrone ha raccontato a cuore aperto il suo punto di vista sulla maternità durante un’intervista a Il Messaggero.

La cantante, che quest’anno è anche giudice di X-Factor, ha affermato di volersi dedicare alla musica e a se stessa in questo momento della sua vita, rivelando che per ora non vuole diventare madre. Queste sono state le sue parole: “Non voglio figli ora, devo fare ancora un sacco di rock’n roll. La maternità non è un obbligo. Ognuno ha il suo percorso. Può succedere che una donna voglia dedicarsi a se stessa“.

L’artista ha poi spiegato che grazie alla scienza anche i condizionamenti di tipo biologico rispetto alla maternità non sono più un problema per le donne: “L’età delle madri è cambiata.

Oggi abbiamo la possibilità di congelare gli ovuli e conservarli“. Inoltre, Emma Marrone ha parlato di come spesso gli uomini non riescano ad accettare l’autonomia delle donne, lasciando intendere che questo sembra quasi aver rappresentato un “ostacolo” nella sua vita sentimentale: “Oggi le donne studiano, viaggiano, sono indipendenti. Difficile trovare uomini che accettano questo, io li terrorizzo“.

Poi ha aggiunto: “Levati i panni da rockstar quando torno a casa io impasto polpette, faccio la lavatrice, so aggiustare un mobile, sistemo tutto da sola. È brutto quando non puoi avere il controllo su una donna.

Ma so che da qualche parte c’è uno alla mia altezza“. Senza mezzi termini, Emma Marrone ha quindi espresso in modo molto diretto il suo punto di vista su alcune delle questioni più dibattute del nostro tempo e, non a caso, è stata premiata proprio per il suo impegno in quest’ambito.

L’amarezza di Emma Marrone: “C’erano tanti pregiudizi”

Emma Marrone Personaggio dell’anno ai DMA 2020

L’importanza delle parole di Emma Marrone sulla maternità si accompagnano a una bella notizia che riguarda la cantante. Proprio grazie al suo impegno in quest’ambito, Emma Marrone è stata premiata come “Personaggio dell’anno” ai Diversity Media Awards dall’associazione no profit Diversity Lab che ogni anno conferisce un riconoscimento a personalità e contenuti che “hanno contribuito a una rappresentazione valorizzante della diversità nelle aree genere e identità di genere, orientamento sessuale ed affettivo, etnia, età e generazioni, disabilità“.

A incoronarla virtualmente è stato il cantante e suo amico Tiziano Ferro che, commosso, ha annunciato la sua vittoria con parole piene di gioia e orgoglio, come si vede nel video postato su Instagram da Diversity Lab: “Mi commuovo perché è una mia amica, una donna generosa, una donna piena di cuore e di altruismo“.

La cantante ha ringraziato tutti quelli che l’hanno votata e Tiziano Ferro: “Ho sempre creduto che alla fine le anime belle nella vita si incontrano, quindi grazie Tiziano per le cose bellissime che hai detto“.

Poi, Emma Marrone si è definita onorata di ricevere il premio, un riconoscimento importante “dato alla persona e non all’artista” e che per questo “vale moltissimo perché ho sempre detto che prima di essere un’artista sono una donna pensante“. La cantante ha dedicato il premio ai suoi genitori: “Se oggi sono la donna che sono è grazie a quello che mi hanno insegnato loro, mi hanno insegnato a tendere la mano al prossimo, mi hanno insegnato ad essere una donna libera, a non avere dei preconcetti, dei pregiudizi“.

L’artista ha poi chiosato: “Voglio anche dedicare questo premio a tutte le persone che ogni giorno combattono per la loro libertà, per i propri ideali“.

Approfondisci:

TUTTO su Emma Marrone

Emma Marrone, l’annuncio sulla malattia: “Ho pensato che dovessi ricominciare tutto da capo