medico fa i test per il coronavirus

Come ogni giorno, puntuale è arrivato il bollettino pubblicato dal Ministero della Salute con tutti i dati aggiornati in merito all’emergenza Coronavirus in Italia. Per la prima volta da circa due mesi il Paese non ha zone rosse, a partire infatti da domenica 13 dicembre quasi tutte sono gialle e pochissime arancioni.

Un successo guadagnato con fatica che porta l’Italia in una posizione migliore rispetto ad altri Paesi europei ancora in balia del Virus. Sempre oggi, infatti, la Cancelliera Angela Merkel ha annunciato un lockdown totale a partire dalla prossima settimana.

Il bollettino del 13 dicembre

Nel giorno di Santa Lucia, l’Italia sembra davvero cominciare a vedere uno spiraglio di luce. Oltre alle Regioni uscite dalla zona rossa, calano ancora i ricoveri ospedalieri ordinari e quelli in terapia intensiva, che sono rispettivamente -333 e -41 e, dopo il lieve aumento registrato nella giornata di sabato, si registra un nuovo calo.

Sono 17.938 i nuovi casi registrati di Covid-19 su 152.697 tamponi e, per la prima volta, calano drasticamente i decessi, scesi a 484 morti rispetto ai 649 di sabato (il totale aggiornato resta però un numero drammaticamente altissimo, sono 64.520 dall’inizio dell’epidemia).

I guariti di oggi sono 18.180 su un totale di 1.093.161.

In conclusione, si aggiunge il dato dei ricoverati totali attuali in terapia intensiva, di 3.158 persone e quelli dei ricoveri ordinari, 27.735, 655.138 sono invece i pazienti in isolamento domiciliare. Questi dati ottimisti sono però da leggere con la consueta chiave di lettura del week end, in quanto sono di meno perché sono minori i tamponi processati. I casi totali di Covid-19 dall’inizio dell’epidemia sono 1.843.712.

La Germania verso il lockdown

L’annuncio di un nuovo lockdown in Germania è stato dato dalla stessa Angela Merkel.

La Cancelliera ha spiegato che il Bund e i Laender hanno preso questa decisione di comune accordo a seguito del fallimento delle misure messe in pratica il 2 novembre scorso. In Germania è in corso una crescita esponenziale del contagio e il sistema sanitario è sull’orlo del collasso.

L’Italia è il primo Paese per indici di morti

Secondo le ultime statistiche stilate da Afp in merito all’emergenza Coronavirus, l’Italia è il primo Paese a livello europeo per decessi, superando così anche la Gran Bretagna.

Nonostante ciò, da oggi nella Penisola non si registrano più zone rosse, un leggero miglioramento che però non è eguale ad un liberi tutti.

Approfondisci:

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, i vaccini inoculati da metà gennaio: “Sfida epocale”