Cronaca

Firenze, possibile svolta nel giallo dei corpi trovati nelle valigie

Ci sarebbe un primo possibile riscontro sui due corpi trovati nelle valigie in un terreno agricolo vicino Firenze: sarebbero di una coppia scomparsa da anni
Polizia Scientifica

Ci potrebbe essere già una svolta nel giallo di Sollicciano, dove sono state trovate finora tre valigie contenenti resti umani saponificati. Un ritrovamento macabro che ha fatto temere all’azione di un serial killer, ma i primi riscontri sui corpi avrebbero già permesso di far luce sul mistero: i corpi trovati apparterrebbero ad una coppia scomparsa pochi anni fa.

Firenze, tre valigie ritrovate nei campi: dentro dei corpi

La vicenda ha preso piede nella giornata di giovedì, quando in un terreno agricolo vicino alla superstrada Firenze-Pisa-Livorno sono state trovate 2 valigie.

All’interno, un macabro ritrovamento: resti umani saponificati, una procedura di alterazione cadaverica. I primi rilievi hanno fatto pensare che i pezzi ritrovati potessero appartenere alla stessa persona, presumibilmente un uomo tra i 40 e i 60 anni.

Ieri, invece, è stata trovata una terza valigia, sempre negli stessi terreni. A ritrovarla in questo sarebbero stati i Carabinieri al lavoro sul caso: le prime notizie hanno riferito che in questo caso il corpo potesse appartenere ad una donna.

Secondo quanto riportato da Repubblica, le prime analisi sulla donna avrebbero rivelato una morte particolarmente violenta: massacrata di botte, mentre l’uomo sarebbe deceduto a causa di una ferita alla gola.

I corpi nelle valigie forse di una coppia albanese

Proprio i primi rilievi avrebbero già permesso di dare una scossa alle indagini: nelle ultime ore numerose fonti riportano che sul corpo dell’uomo ritrovato nelle prime due valigie, sarebbe stato identificato un tatuaggio a forma di ancora sull’avambraccio. Sotto l’ancora, ci sarebbe inoltre il nome di una città albanese, viene riferito.

Da qui, gli inquirenti guidati dal pm Ornella Galeotti avrebbero potuto fare una prima ipotesi.

Le fonti riportano infatti che tra i dossier delle persone scomparse potrebbe esserci un collegamento con il caso emerso in queste ore nel fiorentino. Si tratterebbe infatti di una coppia di origini albanesi scomparsa nel 2015.

La scomparsa della coppia nel 2015

Shpetim e Teuta Pasho: sarebbero questi i nomi dell’uomo e della donna ritrovati a Firenze. Le fonti riportano che si tratterebbe di una coppia scomparsa da Castelfiorentino a novembre del 2015. Un mistero, quello, mai risolto ma che ora potrebbe trovare la sua insperata svolta.

Potrebbe interessarti