Titolo:CAMPAGNA VACCINAZIONE

Dall’Ema (Agenzia europea del farmaco) arriva la novità che molti attendevano ormai da settimane: un primo ok al vaccino anti-Covid di BioNTech e Pfizer.

L’agenzia ha comunicato di aver dato un “ok condizionale” per le persone al di sopra di 16 anni d’età.

La notizia arriva insieme alla dichiarata soddisfazione di Emer Cooke, direttore esecutivo di Ema: “Le notizie positive di oggi sono un importante passo avanti nella nostra lotta contro questa pandemia, che ha causato sofferenza e disagio a così tante persone (…) Abbiamo raggiunto questo traguardo grazie alla dedizione di scienziati, medici, sviluppatori e volontari della sperimentazione, nonché a molti esperti di tutti gli Stati membri dell’UE“.

L’annuncio parla di un “ok condizionale”, ovvero un’ approvazione che viene data qualora i dati disponibili siano minori a quelli solitamente richiesti per approvazione di farmaci analoghi. L’ok in questo caso è comunque legato all’esigenza che i benefici siano maggiori ai rischi che il farmaco stesso comporta. Inoltre, l’ok è anche condizionato dall’esigenza di ricevere dati clinici completi in un futuro prossimo.

Il vaccine day, in Europa, sarà il 27 dicembre: da quella data anche in Italia dovrebbe cominciare la somministrazione, mentre l’arrivo materiale di dosi partirà dal 24 dicembre.

Il nuovo ceppo di Covid: parla l’Ema

La direttrice Emer Cooke ha anche voluto chiarire la posizione dell’Ema riguardo al nuovo ceppo di Covid 19: “Al momento non c’è alcuna evidenza che suggerisca che il nuovo vaccino non funzionerà sulla nuova varietà del coronavirus. Sappiamo molto di più su questo vaccino di quanto ne sapevamo dieci mesi fa e anche tre mesi fa, ma ci sono ancora nuove informazioni che devono essere valutate nelle loro interezza, come le recenti informazioni sulla nuova variante di coronavirus che vanno ancora valutate“.

Anche Ursula Von Der Leyen ha espresso grande soddisfazione per la notizia e su twitter ha scritto: “Mi aspetto una decisione della Commissione europea entro questa sera”.

Approfondisci:

Tutto sul vaccino per il Covid-19

Tutto sul coronavirus