Iniezione di un vaccino nel braccio di una bambina

Si avvicina inesorabile la triste soglia delle 70mila vittime per Coronavirus in Italia, un dato che conferma la gravità dell’epidemia entro i confini di Stato. Con cadenza liturgica arriva anche oggi il bollettino dal Ministero della Salute con tutti i numeri aggiornati alla data di oggi, 22 dicembre, sull’emergenza sanitaria.

Quasi 70mila morti in Italia: il bollettino di oggi

I numeri alla quale si affaccia l’Italia iniziano ad essere preoccupanti, triste manifestazione di un’epidemia che da un anno a questa parte ha riscritto la vita della società mondiale intera. Quasi 2 milioni le persone che in Italia hanno contratto il virus, di cui 1.301.573 quelle guarite (20.315 in più rispetto a ieri) e quasi 70mila le vittime (69.842 in tutto, con l’incremento in queste ultime 24 ore di 628 casi).

13.318 i nuovi casi di contagio registrati nel bollettino di oggi, 3.082 in Veneto e 2.278 in Lombardia. 605.955 le persone attualmente positive al virus di cui 578.320 in isolamento domiciliare. Sono 2.687 invece le persone positive al Covid-19 ricoverate in terapia intensiva, 44 unità in meno rispetto a ieri.

Calano anche i ricoveri semplici: 197 casi in meno rispetto a ieri per un totale di 24.948 ricoverati per Covid con sintomi manifesti.

Sì dell’Aifa al vaccino Pfizer Biontech, pericolo “variante inglese”

C’è preoccupazione diffusa intanto per quella che sembra essere stata ribattezzata dalla cronaca mondiale come la “variante inglese” del Covid-19, una mutazione del virus che sembra essere non più pericolosa di quella già nota ma che sarebbe potenzialmente molto più contagiosa. Per quanto riguarda invece il vaccino, è arrivato oggi il via libera dell’AIFA che ha così dato l’ok al Pfizer Biontech.

Un via libera che arriva dopo quello già ricevuto dall’EMA: “Aifa ha appena dato l’ok al vaccino Pfizer Biontech dopo l’approvazione di Ema a livello europeo. Il 27 dicembre, in tutte le regioni italiane, inizieranno le prime vaccinazioni al personale sanitario e agli anziani delle Rsa. É ancora dura, ma ora abbiamo un’arma in più. Forza.“, scrive il ministro della Salute Roberto Speranza su Twitter.

roberto speranza
Roberto Speranza annuncia l’ok dell’Aifa

Approfondisci

TUTTO sul CORONAVIRUS

Covid e Natale: l’OMS esorta ad indossare la mascherina anche in famiglia

Natale, spostamenti tra regioni e divieti: le risposte del Governo