gucci negozio

Arriva in questo momento una notizia che segna un lutto nel mondo della moda mondiale e quanto mai italiana: si è spento Giorgio Gucci, il celebre nipote del fondatore della casa di moda fiorentina, Guccio Gucci.

Lutto nella moda: addio a Giorgio Gucci

La conferma arriva direttamente dalla famiglia Gucci che ha così voluto informare la stampa della scomparsa di Giorgio Gucci, descritto come “uno dei fautori della memorabile espansione della casa di moda fiorentina, amato da tutti come un uomo integerrimo e dallo spirito creativo, sostenitore di una casata che ha portato il vessillo della moda e dello stile italiano all’estero“.

Un amore e una passione, quella di Giorgio, per l’arte e per la moda ereditata da Guccio, il fondatore del marchio nel 1921.

Si spegne la creatività del celebre marchio di moda

Non sono state rese note le cause del decesso dell’uomo. Una perdita terribile per la casa da moda che ha così visto spegnersi la mente e la creatività del marchio, simbolo di rinnovamento ma anche di conservazione e restaurazione. Una scomparsa che lascia ovviamente un segno e un vuoto nel più largo ambito dello stile mondiale.

Un mondo che già aveva fatto i conti, non più di qualche mese fa, con la scomparsa di un’altra grande firma della moda a livello mondiale: Kenzo Takada. Lo stilista giapponese è morto all’età di 81 anni a Parigi, dove si trovava ricoverato dopo aver contratto il Coronavirus. Anche in quel caso a comunicare il decesso fu la famiglia attraverso una nota stampa.

Con la morte di Giorgio Gucci viene meno dunque il terzo anello, essendo quest’ultimo facente parte della terza generazione dei Gucci che hanno preso in mano l’azienda di famiglia.

La famiglia Gucci, un marchio storico dal 1921

Parlando di Gucci non c’è bisogno di una lunga presentazione: si tratta di una delle case di moda italiane più conosciute e note in tutto il mondo, uno dei brand dell’alta moda che il prossimo anno compirà un secolo di vita data la sua fondazione avvenuta nel 1921 per opera di Guccio Gucci. Era solamente il 2016 quando il titolo di Gucci si affermava in maniera decisiva arrivando secondo solamente a Louis Vuitton nella classifica dei marchi di moda più venduti.